La giovane Biella ha carattere da vendere. Agrigento cade al Forum

Serie A2 Recap

EDILNOL BIELLA – MRINNOVABILI AGRIGENTO 92-82

(23-30; 20-14; 26-21; 23-17)

Dopo un inizio da 1-13 ed essere stata sotto di 14 punti, l’Edilnol Biella ritrova compattezza e soprattutto la difesa che le consentono di battere la MRinnovabili Agrigento. Benissimo tra i rossoblu ancora Bortolani (21 punti) e Saccaggi (17); buono anche l’impatto soprattutto difensivo del rookie Polite che nel secondo tempo ferma James. Agrigento dopo un ottimo primo tempo, si scompone e non trova più l’ottima mira dei primi 20′. Applaudtissimo l’ex di turno Albano Chiarastella.

Inizio da incubo per Biella che vede subito scappare Agrigento sul 1-13 grazie a due triple di Ambrosin e a 5 punti di James, con i padroni di casa che sbagliano completamente l’approccio difensivo. Pian piano grazie a Polite e Massone i lanieri si portano sul -2, ma Agrigento ottiene buone risposte dalla panchina, e con due canestri di Rotondo torna in vantaggio sulla doppia cifra. Il primo periodo si chiude 23-30 col canestro di Omogbo. Sono due triple di Pepe e Fontana a spianare la strada agli ospiti che prendono il largo rapidamente, e dopo il canestro di Pepe raggiungono il massimo vantaggio sul 26-40. Sul più bello Agrigento si addormenta in attacco  collezionando 4 palle perse banalissime, e complice anche una difesa biellese finalmente convincente,  Biella mette insieme un parziale di 15-0 (8 punti di Bortolani con una tripla, Saccaggi, Donzelli, e Polite con la schiacciata più fallo che fa esplodere il Forum): a 2′ dall’intervallo l’Edilnol mette la testa avanti sul 41-40. Il primo tempo di conclude sul 43-44.  Dopo un rientro in cui regna l’equilibrio, l’attacco biellese perde un paio di banali palle in attacco  e Agrigento ne approfitta con James e la tripla del +6 di Pepe. Bortolani fa 4/4 in lunetta, con la MRinnovabili presto in bonus falli, ma è ancora Rotondo con due canestri da sotto a costringere Galbiati al time out sul 55-61 con 2.56 da giocare. La sospensione giova all’Edilnol che si riporta avanti con un parziale di 7-0 chiuso dalla tripla di Bortolani. Ancora Rotondo e Pepe rispondono a Donzelli, ma la tripla di Brabante chiude il terzo periodo sul 69-65 con Biella che gioca gli ultimi 3′ con un quintetto tutto italiano. Brabante batte la zona siciliana dalla media, ma Pepe trova un canestro dall’arco sulla sirena dei 24″ per il nuovo -4. Massone e Donzelli perdono due palle che fruttano il canestro di De Nicolao e il 2+1 di James per il 72-73, ma Donzelli chiude il parziale ospite di 8-0 con la tripla. Dopo il canestro di Bortolani in penetrazione, Omogbo cancella il contropiede ospite con una super stoppata da top 10. La partita continua sul filo dell’equilibrio, con Bortolani che risponde alla tripla di Pepe e al canestro di Chiarastella: +3 Biella con 2.30 sul cronometro. Il canestro da 3 dall’angolo di Polite vale oro e il nuovo +6 con 2′ sul cronometro. Easley fa 2/2, Omogbo lo imita e sull’azione successiva strappa il rimbalzo che lo riporta in lunetta per il +7 rossoblu. Agrigento non trova più la via del canestro e l’Edilnol Biella vince 92-82.

 

EDILNOL BIELLA: Omogbo 13; Donzelli 13; Pollone 2; Polite 12; Massone 9; Bortolani 21; Saccaggi 17 ; Brabante 5; Bertetti 0; Blair ne; Bassi ne. Coach Paolo Galbiati

MRINNOVABILI AGRIGENTO: Pepe 11; Rotondo 8; Ambrosin 11; James 19; Easley 6; Chiarastella 6; De Nicolao 15; Cuffaro ne; Fontana 6; Moretti ne. Coach Devis Cagnardi

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.