Steve Kerr ammette che l’NBA è una lega di “copioni” ma spera che ciò possa cambiare presto

Home NBA News

La dinastia dei Golden State Warriors durante gli anni ’10 ha indubbiamente cambiato il panorama della NBA in molteplici aspetti.
Steve Kerr ha aiutato a guidare questo cambiamento di paradigma, il che renderebbe ancora più intrigante la sua opinione sullo stato attuale della lega.

Prima della sconfitta contro i San Antonio Spurs, Kerr ha risposto a ciò che pensa delle altre squadre e al modello di “imitazione” esistente.

“Penso che ‘omogeneità’ potrebbe essere la parola giusta per descrivere la Lega di oggi. C’è uno specie di modello che tutti applicano. È molto difficile fare la guardia, hai un’intera generazione di giovani giocatori che hanno imparato a tirare benissimo da tre in giovane età. Moltissime spaziature, un’infinità di pick-and-roll. Sono molti gli allenatori che giocano allo stesso modo”, ha detto Kerr. “L’NBA è sempre stata una specie di lega di imitazione e questa è la tendenza attuale. Non significa che continuerà per sempre”.

Fonte: The Athletic

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.