Shved è incontenibile, la Russia schianta la Croazia e vola ai quarti

Nazionali

La Croazia regge per i primi venti minuti, poi però si deve arrendere allo strapotere di Shved che chiude con una doppia doppia da 27 punti e 12 assist con una sola palla persa. Non bastano i 28 punti di Bogdanovic per la Croazia, con Saric che è stato il grande assente in questa partita come testimoniano le sue cifre a fine gara: 3/14 al tiro con 3 palle perse. La Russia andrà ad affrontare la Grecia mercoledì nei quarti di finale.

fiba.com

La Russia inizia forte nel segno del suo leader, Aleksej Shved, che segna 11 dei primi 13 punti dei suoi senza sbagliare un tiro; mentre la Croazia risponde con i soliti Bogdanovic e Saric. Uscito dal campo Shved, la Russia fatica in attacco con la Croazia che, con Saric e Zoric, servito splendidamente da Simon e la tripla di Bogdanovic cerca un mini allungo, ma gli uomini di Bazarevich riescono a rimanere a contatto e a chiudere i primi dieci minuti avanti 23-25 grazie alla tripla allo scadere di Kulagin.
A inizio secondo periodo Zubkov segna cinque punti in fila e Shved trova molto bene i compagni facendo faticare la difesa croata tanto che Zoric e Simon arrivano già a quota tre falli. Dopo il fallo di Zoric su Mozgov, arriva anche il fallo tecnico alla panchina della Croazia e così la Russia va sul più sei. La Croazia reagisce attaccando di più l’area e, trovando molti falli, riporta la gara in parità grazie ai 2/2 dalla lunetta di Bender, Ukic e Ramljak. La gara è molto fisica tanto che entrambe le squadre raggiungono il bonus quando mancano 5 minuti al termine del primo tempo. Ramljak contiene molto bene, in questa fase, Shved che non trova più la via del canestro; però la Croazia non riesce a mettere la testa avanti vista la buona difesa russa. La Russia torna a segnare con Zubkov, che arriva a quota 9, e Vorontsevich; mentre dall’altra parte ritrova il canestro dalla lunga distanza Bogdanovic, che poi serve bene Zoric che schiaccia battendo la difesa allungata della russa. Dopo il canestro sulla sirena di Mozgov si chiude il primo tempo con la Russia avanti 42-46.

fiba.com

Ottimo inizio di secondo tempo degli uomini di Bazarevich che toccano, momentaneamente, anche il +9; la Croazia tenta di reagire con Bogdanovic che arriva a quota 16 punti, mentre Saric fatica tremendamente a trovare il canestro in questa serata, per lui, molto negativa. Poi però risale in cattedra Shved che segna ben otto punti in fila e la Russia arriva al massimo vantaggio fin ora, +12. La Croazia è uscita mentalmente dalla partita, mentre Shved continua a fare ciò che vuole nell’altra metà campo e, con i due canestri consecutivi di Fridzon la Russia scappa sul +16, avendo l’inerzia della partita saldamente nelle proprie mani. Il terzo quarto termina, dunque, con la Russia in controllo:  57-72.
La Russia deve semplicemente controllare la partita negli ultimi dieci minuti e gioca sul velluto e, con Shved in pachina, continua a trovare punti con Zubcov, Kulagin e Vorontsevich; mentre nella Croazia è Bogdanovic che continua, ormai da solo, a segnare arrivando a quota 28. Negli ultimi due minuti spazio, per entrambe le squadre, anche ai giocatori in fondo alle rotazioni. La Russia supera quota cento con il canestro di Kulagin e vola ai quarti di finale dove troverà la Grecia.

Croazia 78-101 Russia

Parziali: 23-25; 19-21; 15-26; 21-29

Tabellini:
Croazia: Kruslin 0, Popovic 4, Simon 0, Saric 13, Ukic 2, Zoric 11, Planinic 6, Bender 2, Buva N.E., Ramljak 6, Tomas 6, Bogdanovic 28

Russia: Shved 27, Baburin 0, Fridzon 13, Ivlev 0, Antonov 0, Zubkov 14, Khvostov 6, Mozgov 10, Vorontsevich 8, D. Kulagin 14, M. Kulagin N.E., Kurbanov 9

  •  
  •  
  •  

1 thought on “Shved è incontenibile, la Russia schianta la Croazia e vola ai quarti

  1. Quest’anno la Russia ha un’insospettabile solidità difensiva, e Svedh che ha accettato i panni del leader in un telaio di primi livello.La Croazia alla lunga paga lo scarso valore della panchina, e la luna calante di Ukic.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.