Banks non basta, Sassari espugna il Pala Pentassuglia

Serie A Recap

Happy Casa Brindisi – Dinamo Banco di Sardegna Sassari 77-83

(17-21; 22-18; 16-21; 22-23)

Vittoria al cardiopalma per la Dinamo Sassari, che nel big match della dodicesima giornata di campionato, batte per 77-83 l’Happy Casa Brindisi e raggiunge l’Olimpia Milano al secondo posto in classifica (i ragazzi di Coach Messina hanno però una gara in più rispetto ai sassaresi). Brindisi, invece, non riesce a riscattare le sconfitte subite contro Trento e Saragozza e rimane così a quota 14 (7-4).

Nel primo quarto, nonostante diversi errori al tiro, le due squadre lottano sul punto a punto, ma negli ultimi secondi con Vitali e McLean, Sassari tenta un mini allungo e chiude i primi 10′ avanti 17-21.

Nel secondo periodo Brindisi risponde al mini break di Sassari e con Ikangi trova il vantaggio sul 22-21. La Dinamo non riesce a trovare il fondo della retina, i pugliesi ne approfittano e con la tripla di Zanelli si portano sul +6: 27-21. Pierre interrompe il parziale di 10-0 dell’Happy Casa, Sassari con i canestri di Bilan e McLean rimane a contatto e al 15′ Brindisi è avanti di soli 2 punti: 30-28. Il Banco di Sardegna aumenta l’intensità difensiva e la tripla di Vitali vale il nuovo vantaggio sassarese: 30-32. Negli ultimi minuti del primo tempo, anche in virtù dei falli tecnici fischiati a Iannuzzi ed Evans, le due squadre trovano con regolarità il fondo della retina e al 20′ il punteggio è in perfetta parità: 39-39.

Al ritorno dagli spogliatoi, le due squadre si rispondono colpo su colpo e al 24′ il canestro di Evans vale la nuova parità: 45-45. Nella seconda parte del quarto si assiste a un match con diversi errori e numerose palle perse da ambo le parti, con Sassari che anche grazie a delle buone difese si porta sul +3 con i liberi di Spissu: 50-53. Thompson prova a tenere in partita i suoi, ma il quarto si chiude con la tripla sulla sirena di Curtis Jerrells: 55-60.

Il quarto periodo si apre con le triple di Gentile e Jerrells che regalano a Sassari il massimo vantaggio sul +11 (55-66). La reazione di Brindisi non si fa attendere e Banks e Zanelli accorciano subito a -7, costringendo coach Pozzecco a chiamare timeout (59-66 al 32′). Pierre ridà fiato alla Dinamo, ma Banks e Ikangi si caricano sulle spalle l’attacco brindisino e sfruttando anche il tecnico fischiato a McLean, riportano Brindisi a -2: 66-68. Coach Pozzecco chiama il secondo timeout del quarto, ma l’inerzia del match rimane nelle mani di Brindisi, che con la tripla del solito Banks firma il sorpasso: 69-68. Pierre interrompe il break di 10-0 brindisino e le due squadre continuano a rispondersi colpo su colpo come successo nei primi 30′: 74-74 al 38′. Spissu e Vitali firmano il +4 sassarese, Brindisi perde un pallone sanguinoso e in contropiede Pierre inchioda schiacciata del -6: 75-81. L’Happy Casa non riesce a rientrare in partita e Sassari vince 77-83.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.