Baron Davis e l’aneddoto: Dan Gilbert, proprietario dei Cavs, lo minacciò di non lasciarlo uscire dal contratto se fosse andato a giocare con LeBron

Home NBA News

Tutti ricorderanno la brutale rottura tra i Cleveland Cavaliers e LeBron James quando quest’ultimo, nell’estate 2010, decise di lasciare la franchigia per i Miami Heat in free agency, annunciandolo con uno speciale su ESPN denominato “The Decision”. In quell’occasione Dan Gilbert, proprietario dei Cavs, annunciò ufficialmente che la sua squadra avrebbe vinto un titolo prima di “colui che si è autoproclamato King”, cosa ovviamente non riuscitagli visto che Cleveland ha vinto il suo primo e unico anello quando James è tornato.

Prima di quel ricongiungimento tra Gilbert e LeBron ci furono però, appunto, anni di grandi tensioni, testimoniate anche da un aneddoto raccontato su Twitter da Baron Davis. L’ex giocatore NBA ha vestito la maglia dei Cavaliers nel 2011, anche se per sole 15 partite: la sua volontà di liberarsi tramite buyout fu accontentata solo a una condizione, non andare a giocare insieme a LeBron a Miami.

Ricordo che Dan Gilbert mi mandò un messaggio dicendo che non mi avrebbe lasciato uscire dal contratto se fossi andato a giocare con LeBron! Fattuale. Sapeva che dove sarei andato avremmo giocato duro… Disse che se fossi andato a giocare con LeBron, lui sarebbe riuscito a vincere il titolo. Gli risposi che LeBron lo avrebbe vinto in ogni caso.

Davis alla fine firmò con i New York Knicks per il resto della stagione e, come da sua previsione, James riuscì a vincere l’anello con o senza di lui al suo secondo anno dopo l’addio a Cleveland.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.