Biella vince con merito il derby su una convalescente Torino

Serie A2 Recap

REALE MUTUA TORINO – EDILNOL BIELLA 85-90

(21-19; 21-25; 27-21; 16-25)

 

L’Edilnol Biella trova la seconda vittoria consecutiva in campionato, e spera di aver trovato la continuità necessaria per togliersi dalle zone bassissime di classifica, e lo fa grazie anche all’innesto di Carroll autore di 27 punti con 5/6 dall’arco, 10/12 ai liberi e 7 rimbalzi. La Reale Mutua (di nuovo in campo dopo 15 giorni di quarantena) invece non riesce a sopperire alle assenze pesanti di Alibegovic e Pinkins (entrambi ancora alle prese col Covid), e finisce la benzina sul più bello, nonostante l’ennesima prova da dominatore di Diop (24 punti + 10 rimbalzi), e i 23 punti di Clark.

 

Biella, senza Hawkins positivo al Covid, lancia in quintetto il classe 2003 Vincini, e riesce a tenersi a contatto nonostante Torino trovi buone percentuali dall’arco: al 5’ Clark segna il 14-10, ma Carroll inaugura la sua grande serata balistica e riporta sotto i rossoblu. Ancora Clark e Campani provano a scavare il solco (+5 Reale Mutua), ma l’Edilnol è in palla e il canestro di Berdini vale il 20-19 alla prima sirena. La squadra di Squarcina riesce a mettere la sabbia negli ingranaggi dell’attacco di Cavina, ma ne approfitta solo in parte perché le bombe di Pollone e Bertetti portano i lanieri sul +4, ma i baby biellesi non riescono a dare la prima spallata alla partita. Diop domina sotto le plance e conquista rimbalzi offensivi che valgono seconde opportunità e preziosi viaggi in lunetta, ma l’Edilnol trova nell’ex Wojciechowski  punti e sostanza, e il canestro del polacco costringe Cavina al time out sul -4. Il canestro di Penna vale il 42-40 all’intervallo. Clark impatta ma Vincini infila dall’arco; la gara si alza di tono, Carroll da 3 risponde ai canestri di Cappelletti e Diop. Il gioco da 3 punti del centro di Torino vale il +4 per i gialloblu, che diventa +7 con l’ 1/2 di Penna con 3’ da giocare. Biella mostra difficolta in attacco (3 punti segnati in 4’), ma ci pensa Carroll a togliere le castagne dal fuoco con la tripla del -5, che diventa -3 col canestro di Laganà. Al 30’ il punteggio dice 69-65 ma la partita è più che mai aperta. Laganà fa 1/2 e impatta, ma i soliti Clark e Diop scavano di nuovo il solco di 5 punti; Biella non vuole proprio abbandonare la partita e si aggrappa a Carroll (3/3 in lunetta) e alla difesa, con Miaschi che ruba palla a Toscano (prova decisamente sottotono per lui) e propizia il canestro della parità di Barbante. Il parziale biellese diventa di 10-0 e porta la firma di Laganà che prima chiude il gioco da 3 punti e poi fa 2/2 ai liberi dopo aver catturato un rimbalzo offensivo. Mancano 5’ e Clark prima interrompe l’emorragia con la tripla, e poi trova il canestro del pareggio a quota 79. Sull’azione successiva il canestro dall’arco di Miaschi ha un’importanza enorme, sommato alla tripla di Wojciechowski  che respinge il tentativo di rimonta torinese dopo il canestro di Cappelletti. Sul -4 Clark perde una palla sanguinosa, che viene trasformata in 2 punti da Miaschi, per il +6 Edilnol con 90” da giocare. Dopo il time out Clark segna, Laganà sbaglia la tripla e ancora l’americano di Torino fa 2/2 per il -2. Con 21” sul tabellone Carroll è glaciale dalla lunetta e ricaccia a -4 la Reale Mutua, che perde palla sulla rimessa in gioco e consegna a Biella il derby. Finisce 85-90

Foto: pallacanestrobiella.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.