Brescia all’esordio in Supercoppa con le incognite Moss e Bortolani

Serie A News

A poche ore dal ritorno sul parquet in occasione della prima partita della Eurosport Supercoppa 2020, nella sede operativa di San Zeno Naviglio sono state presentate le gare della competizione che vedrà esordire la Germani Brescia, sabato 29 agosto alle ore 20, sul campo della Pallacanestro Cantù. La conferenza stampa è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente il nuovo direttore operativo del club, Marco Patuelli, e Salvatore Parrillo, innesto nel reparto play-guardie alla corte di coach Vincenzo Esposito.

All’allenatore della Germani spetta la prima panoramica circa la Supercoppa: “Fa molto piacere avere l’opportunità di ritornare in campo dopo tanti mesi di stop con una manifestazione ufficiale e avere l’occasione per cercare di tornare ad una vita normale, sportivamente parlando e non – le parole di coach Vincenzo Esposito -. A noi questa manifestazione servirà per riprendere confidenza col pallone e conoscere i nuovi giocatori, oltre a continuare il processo di crescita iniziato tre settimane fa con la preparazione fisica e tecnica per l’annata nuova”.

“Grazie all’aiuto di un ragazzo delle giovanili siamo riusciti a raggiungere i 10 giocatori – prosegue il coach – che si sono tutti presentati in ottime condizioni fisiche, anche durante queste 3 settimane in cui abbiamo curato particolarmente l’assetto fisico: i ragazzi nuovi hanno gestito bene le nuove nozioni tecniche ed è importante che il prima possibile riusciamo ad aggiungere Ristic e TJ Cline, perché ne abbiamo bisogno”.

“Attualmente Moss ha un problema muscolare non molto rilevante che verrà rivalutato sabato mattina – chiarisce il coach -. Bortolani, invece, ha un problema alla caviglia che verrà rivalutato tra venerdì e sabato. Approfittiamo della fase di preparazione per rimetterci in forma completamente”.

Vincenzo Esposito si dice anche soddisfatto dell’arrivo in maglia biancoblu di Salvatore Parrillo: “È un giocatore che conosco da tempo per motivi logistici, perché è campano come me. È una soddisfazione sia averlo a Brescia, sia perché è un ragazzo che, col passare degli anni, ha sempre dimostrato in tutte le squadre di essere apprezzato non solo per le qualità tecniche, ma soprattutto per le qualità umane e personali. Mette sempre prima gli interessi della squadra e poi quelli personali. Benvenuto Salvatore, sono molto contento di averti in squadra.”

L’allenatore spende, infine, un pensiero riguardo l’arrivo del centro Daniele Magro, annunciato nelle scorse ore: “Magro ha svolto il necessario iter sanitario, siamo in attesa dei risultati affinché possa aggregarsi al gruppo. Non so ancora in che condizioni fisiche sia e non so se sarà già in grado di scendere in campo per la Supercoppa”.

Parola poi a Marco Patuelli, nuovo direttore operativo del club bresciano: “A Brescia ho trovato una società organizzata e strutturata, con professionisti, sia per competenze sia per qualità, e un ottimo gruppo di lavoro che supporterà la squadra, mettendola nelle migliori condizioni possibili. Sono rimasto subito colpito dalla volontà della società di investire su professionisti e dirigenti, andando ad aggiungere la mia figura a persone come Sandro Santoro, Marco Abbiati e Matteo Calefato, le tre persone con cui lavoro quotidianamente”

“Sono molto contento di aver ritrovato dopo alcuni anni coach Esposito – sottolinea Patuelli -, con cui avevo condiviso un’esperienza in A2: la sua presenza ha contribuito alla mia scelta di venire a lavorare a Brescia. Abbiamo iniziato solo qualche settimana fa a causa delle norme legate al COVID e abbiamo avuto finora solo alcuni giorni per ingranare: la Supercoppa ci aiuterà nel percorso di crescita come squadra”.

Entusiasmo e carica anche da parte di Salvatore Parrillo, che commenta: “Arrivando a Brescia ho trovato una società competente con uno staff di primissimo livello. Il primo approccio con i compagni è positivo, il gruppo che si è formato è molto bello ed è una cosa che ci aiuterà tantissimo, sia all’inizio, sia durante tutta la stagione. Sarà importante conoscerci tra noi, come squadra, perché siamo un gruppo quasi totalmente nuovo: finalmente possiamo ricominciare a respirare l’adrenalina che ci è mancata”.

 

Ufficio Stampa Pallacanestro Brescia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.