Clamoroso: l’assemblea dei club ha escluso Torino dalla LegaBasket

Home Serie A News

Si è parlato tanto dell’acquisto da parte dell’ex patron di Cantù, Dmitrij Gerasimenko, della Fiat Auxilium Torino; un fatto che ha lasciato molti a bocca aperta dato che il magnate ucraino, solo pochi mesi prima, rischiò di far fallire definitivamente la Pallacanestro Cantù. Anche lo stesso Gianni Petrucci non aveva utilizzato parole al miele per riaccogliere Gerasimenko.

Ma la notizia dell’ultima ora è che nell’ultima assemblea dei club di Serie A è maturata la decisione di escludere dalla LegaBasket la Fiat Torino. Di seguito il comunicato sul sito della LegaBasket:

La Assemblea della Lega Basket Serie A ha deliberato la esclusione dalla LBA del club Auxilium Pallacanestro Torino. La decisione è stata adottata per condotta incompatibile con la permanenza nella Lega alla luce dell’ingresso nella nuova compagine societaria proprietaria del club torinese di Dimitry Gerasimenko, già proprietario della Pallacanestro Cantù sino al febbraio 2019. Nell’assumere la loro decisione i club hanno valutato la rilevanza, ai fini associativi, del fatto secondo cui un soggetto non può subentrare nella compagine sociale di un club senza tenere conto della situazione di indebitamento dallo stesso causata, nella stessa stagione sportiva, nei confronti di un’ altra associata.
La delibera sarà inviata alla Fip per i relativi provvedimenti in merito alla partecipazione del club al campionato di Serie A

Ciò significa che, visto e conosciuto il profilo di Gerasimenko, Torino continuerà a giocare in campionato, onorando le ultime due gare della stagione, ma non potrà più partecipare alle assemblee della LegaBasket.

Il presidente della LegaBasket, Egidio Bianchi ha fatto capire come questa decisione, seppur dolorosa, è da intendersi come un segnale per tutto il movimento:

La decisione che abbiamo adottato per la prima volta nella storia della Lega Basket nei confronti di una nostra associata è certamente dolorosa, ma deve essere vista come un segnale per tutto il nostro movimento professionistico: abbiamo intrapreso un cammino difficile di autoriforma, come testimonia la approvazione del nuovo Regolamento Esecutivo, che intende portare i club alla necessaria sostenibilità economica, tutelando l’immagine del basket nei confronti degli appassionati e degli investitori che credono nel nostro sport. La compattezza con cui abbiamo assunto questa delibera è il segnale che intendiamo proseguire in questo cammino all’insegna della serietà, del rigore e della trasparenza.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.