Eurocup, girone B, day 3: Sassari schiaccia Chalon. Stesso destino per Bilbao

Home

DINAMO SASSARI-CHALON 102-87drake

La Dinamo ci ha preso gusto: dopo aver massacrato Pistoia, anche stasera raggiunge la tripla cifra, con una prestazione sontuosa, maturata nel quarto periodo al PalaSerradimigni. L’inizio è stato uno shock per i sardi, i francesi partono a razzo, sfruttando i contropiedi e le amnesie difensive dei padroni di casa. In poco tempo la Dinamo è sotto 5-12, ma Drake Diener si accende e dalla distanza ricuce lo scarto. Toure chiude il primo quarto portando i suoi in vantaggio di 7 (20-27). Marques Green inaugura il secondo periodo con una tripla dall’angolo, gli fa eco Drake Diener con un’altra bomba per il -1 (26-27). Nonostante il timeout dei francesi, la premiata coppia Drake-Marques punisce da tre. Evtimov ridà speranza ai transalpini con un tiro dalla lunga distanza. Botta e risposta tra Slaughter e Sacchetti, ma la sostanza non cambia. Sassari si porta all’intervallo con lo score di 58-54. Di ritorno dalla pausa lunga, la partita fatica ad accendersi, le squadre appaiono imprecise, quando il solito Drake Diener rimette la partita in carreggiata. Thomas timbra l’ingresso con un canestro per il +11. Il pubblico è in delirio, ma Chalon non molla: 5-0 di parziale e Meo chiama il timeout. La strigliata del coach ha funzionato: Thomas firma il +8 con quattro punti consecutivi (69-61). Brian Sacchetti respinge gli attacchi di Abodou e Slaughter, che tengono vivi i francesi. L’ultimo quarto si apre con Sassari avanti 74-65. Nei primi cinque minuti dell’ultimo periodo, la partita è equilibrata, con la Dinamo che cerca di conservare i sei punti di scarto. Si accendono i due Green, che piazzano tre conclusioni consecutive e la partita si chiude quando Travis Diener inizia ad ingranare. A pochi minuti dalla fine, i punti di scarto sono 19 e Sassari può controllare fino alla fine, concedendosi il lusso di segnare il centesimo punto.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: M.Green 21, Fernandez 0, C. Green 21, Reinholt 23, Devecchi n.e., T. Diener 6, Johnson 7, Sacchetti 10, D. Diener 23, Vanuzzo 0, Tessitori n.e., Thomas 14. Coach: Romeo Sacchetti

Elan Chalon sur Saone: Tchicamboud 8, Outtara 2, Slaughter 22, Bostic 2, Evitmov 17, Capela 12, Aboudou 10, Jurevicius 5, Michineau n.e., Toure 7, Brockman 2. Coach: Romain Chenaud

 

BILBAO-CHARLEROI 98-71

Partita senza storia, gli spagnoli domano senza grossi grattacapi Charleroi. Ottima prestazione corale dei ragazzi di Pueyo, che chiudono con sei uomini in doppia cifra, con Hervelle che segna 15 punti e cattura 5 rimbalzi. Tra i belgi, vani i 20 punti di Devin Green, che è stato poco sostenuto da una squadra corta (solo in sei hanno giocato più di venti minuti).

OLDENBURG-CEDEVITA 92-90

Eccezionale rimonta per i tedeschi dell’EWE, che regolano Cedevita al termine di una partita che ha visto la prima parte una leggera superiorità dei croati e gli ultimi minuti un recupero eccellente dei padroni di casa. Miro Bilan apre la partita con un 7-0 a favore dei croati, reagisce Crosariol e, ben coadiuvato da Nemanja Aleksandrov, riporta in vantaggio l’EWE. Cedevita interrompe il digiuno ed inizia ad ingranare. Il primo periodo si conclude 14-19. Nel secondo quarto, totale equilibrio, le squadre vanno all’intervallo con il punteggio di 39-38 per l’EWE. Di ritorno dalla pausa lunga, il Cedevita impatta e piazza un parziale di 12-0 che li proietta allo score di 39-51. Nel quarto quarto, i tedeschi tirano su le maniche e raggiungono l’overtime, grazie alle triple e la girandola finale ai liberi premia la precisione dei padroni di casa.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.