La Ge.vi Napoli travolge la Benacquista Assicurazioni Latina

Serie A2 News

La palla a spicchi, prima di andare in scena, ha lasciato spazio a quella di cuoio.

Prima di fronteggiarsi, infatti, Ge.Vi Napoli e Benacquista Latina hanno reso omaggio congiuntamente sul parquet del “PalaBarbuto” alla figura dell’indimenticato fuoriclasse del Napoli Diego Armando Maradona scomparso una manciata di giorni fa a soli sessant’anni e a cui la città partenopea ha legato alcuni tra i suoi ricordi calcistici più belli. Poi la parola è passata al pitturato e la partita ha disegnato una Ge.Vi Napoli esplosiva che si è sbarazzata della pratica pontina con impressionante disinvoltura, illuminata da ben cinque giocatori in doppia cifra, Iannuzzi, Parks, Monaldi, Lombardi e Sandri. Latina ha retto per un quarto per poi crollare nei rimanenti tre pagando qualche imprecisione di troppo in fase realizzativa.  Il   90 -58 finale è un’istantanea assai nitida sulla differenza di precisione in fase di esecuzione tra padroni di casa e ospiti.

PRIMO QUARTO – Napoli ruggisce subito, Latina non se la dà per inteso e Passera e Lombardi la portano in vantaggio per 5-4. I partenopei risalgono con Marini e Iannuzzi, quest’ultimo infila due  tiri liberi che portano la situazione sul 10-7 per i padroni di casa. Napoli sale in cattedra e dà al divario proporzioni ancora più consistenti portandola sul 17-9. Due tiri liberi ospiti di Benetti fanno chiudere il quarto sul 17-11 a favore della Ge.Vi.

SECONDO QUARTO – Iannuzzi è la precisione fatta a cestista con i suoi sette punti infilati in serie. Latina comincia a scricchiolare fallendo due esecuzioni con Baldasso, Napoli dilaga e si porta sul 24-11. Baldasso e Lewis riportano i pontini sotto a suon di tiri liberi, Monaldi però ritraccia il fossato.  Latina accusa il colpo e, anche se Raucci e Lewis provano generosamente a contenere lo svantaggio portando la situazione sul 19-27, Napoli reingrana la marcia veloce con il tandem Monaldi- Sandri. Gramenzi capisce che il suo quintetto ha bisogno di riordinare un po’ le idee e chiama il time out. Alla ripresa Latina sfodera una buona tripla di Baldasso ma il canovaccio resta lo stesso con la Ge.Vi che urla con Sandri e due tiri liberi di Parks che portano il tabellone a far lampeggiare il punteggio di 38-25.  Baldasso, generosissimo in fase offensiva, infila due tiri liberi ma la Ge.Vi riaffonda la lama con l’incontenibile Sandri che, con i suoi cinque punti di fila, porta Napoli sul più 16 (43-27). Con questo punteggio la partita si consegna all’intervallo lungo e con l’impressione che i partenopei abbiano ormai messo l’autografo sulla gara.

TERZO QUARTO – Latina batte un colpo con Lewis, Iannuzzi fa altrettanto su opposto versante. I pontini replicano a loro volta con il duo Gilbeck- Bonetti ma Lombardi è lesto a regalare il controcanto: Napoli -Latina 47-34. Mouaha riporta i pontini a meno dieci, Napoli riprende però subito la bussola e si riporta in orbita accumulando venti punti di vantaggio. Marini e Lombardi rifiniscono il punteggio a favore del loro roster dandogli l’imbarazzante (per Latina) dimensione di 69-39. Gli ospiti appaiono un po’ in stato confusionale e si producono in una serie di errori offensivi che costano cari, l’ultimo nel finale di frazione con Raucci. E Napoli ringrazia chiudendo il terzo quarto avanti per 71-39.

ULTIMO QUARTO – Il solito Mouaha, che con Baldasso è la bandiera d’orgoglio sventolata da Latina,  comincia nel migliore dei modi, il giovane Colaric per Napoli però  risponde mandando a referto i suoi primi punti del campionato in casacca partenopea.  Piccone movimenta ancora il punteggio, Zerini risponde per la Ge.Vi.  Latina prova con la forza della disperazione a riavvicinarsi con i tiri liberi di Mouaha e con Baldasso ma Napoli ritorna a pontificare con Zerini e Uglietti. Sandri porta il punteggio a favore dei padroni di casa sull’82-50, la risposta arriva manco a dirlo da Baldasso, generoso e instancabile. Klacer e Sandri rimovimentano il tabellone dei campani, Latina controreplica con Lewis e un tiro libero a segno di Picconi. Un canestro di Raucci è fieno in cascina per Latina ma è al contempo il segno della resa dei pontini.  Un tiro libero del napoletano Klacer e uno per gli ospiti di Mouaha dà al punteggio il suo assetto definitivo: 90-58. E Napoli può festeggiare la seconda vittoria in altrettante gare dopo quella ottenuta nella tana dell’Atlante Eurobasket Roma.

MIGLIORI IN CAMPO

ANTONIO IANNUZZI (GE.VI NAPOLI):  i sette punti che mette insieme all’esordio del terzo quarto sono la carta d’identità di un talento e, per Napoli, il disegno della speranza di mettere in cassaforte la seconda vittoria in campionato.

LORENZO BALDASSO (BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA): nei tiri da tre non è proprio un inno all’impeccabilità ma sforna comunque punti preziosi per i suoi, peccato per lui inutili nel computo finale per assicurargli la vittoria.

TABELLINO

GE.VI NAPOLI: Iannuzzi 14, Marini 14, Sandri 13, Lombardi 12, Parks 12, Monaldi 10, Klacar 5, Uglietti 4, Tolino 2, Coralic 2, Zerini 2, Aldi. N.e: Mayo. Coach: Pino Sacripanti.

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA:  Mouaha 11, Baldasso 11, Lewis 7, Raucci 7, Gilbeck 6, Benetti 5, Piccone 5,  Bisconti 4, Passera 2, Hajrovic, Donati.Coach: Franco Gramenzi.

 

Arbitri: Marco Catani,  Michele Capurro e Francesco Praticò.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.