Le pagelle di Milano-Venezia: è un’Olimpia stellare quella di G2, Delaney e Rodriguez i migliori, a Venezia non basta Watt

Home Serie A News

L’Olimpia Milano si prende anche Gara 2 delle Semifinali Scudetto, sconfitta facilmente la Reyer Venezia con il punteggio di 99-65. MVP del Match Malcolm Delaney, l’ex Barcellona chiude con 20 punti e 22 di valutazione in 26 minuti di gioco.

AX ARMANI EXCHANGE MILANO

LEDAY 6.5: nella metà campo offensiva non spicca come al solito, ma la sua presenza sul parquet rimane come sempre fondamentale. Chiude con 12 punti e 5 rimbalzi.

MORASCHINI 6: gara senza squilli quella dell’ex Brindisi, trova più minuti nell’ultimo quarto a giochi chiusi.

ROLL 6.5: buttato nella mischia per via dell’assenza di Punter, il passaportato tunisino risponde alla grande con un’ottima presenza difensiva su Stone, Jerrells e Tonut, bene anche in attacco con qualche pregevole canestro.

RODRIGUEZ 7.5: è “Chacho” show sul parquet del Forum! C’è sempre poco da fare, quando Rodriguez ha la libertà di creare e divertirsi per gli avversari la situazione è pericolosa. Il pubblico di Assago viene deliziato dalle giocate dell’ex Madrid che chiude con 14 punti e 7 assist in 15 minuti di gioco.

BILIGHA 5.5: problemi di falli per l’ex di serata, difficoltà nel contenere Watt.

CINCIARINI SV

DELANEY 8: in gara 1 disputa una partita nettamente al di sotto delle proprie possibilità, oggi si riscatta e risponde alla grande confezionando una prova da 20 punti con 4/6 dalla lunga distanza, 6/6 ai liberi, 4 falli subiti e 22 di valutazione. Un vero problema per la difesa veneziana.

SHIELDS 6.5: l’MVP di gara 1 si prende un meritato giorno di riposo, fatica nel primo tempo a causa dell’aggressiva difesa di Venezia, cresce di colpi nella ripresa con alcuni canestri da fantascienza.

BROOKS 5.5: 13 minuti in cui non fa vedere chissà che a parte qualche assist e qualche buona giocata difensiva.

HINES 6.5: qualche problemino di falli anche per lui, Watt è un cliente difficile anche per il due volte miglior difensore d’Europa, ma alla lunga il n°42 in maglia A|X prende le misure al lungo della Reyer e impone il suo gioco, anche in attacco dove i difensori dell’Umana fanno veramente fatica a contenerlo.

DATOME 6.5: partita ordinata con qualche squillo che fa schizzare in piedi i tifosi biancorossi, 9 punti in 20 minuti per il capitano della Nazionale.

WOJCIECHOWSKI SV

MESSINA 7.5: dopo la difficile gara 1 decisa grazie al canestro della vittoria di Shields nei secondi finali, l’Olimpia Milano in questo secondo appuntamento entra in campo con la faccia cattiva indirizzando la partita sui suoi binari sin dalle primissime battute di gioco. Difesa al limite della perfezione, attacco cristallino e percentuali da fantascienza, Venezia può poco ed è già fuori dal match dopo il primo quarto. Il resto dell’incontro è ordinaria amministrazione per Delaney e compagni…aspettando Colonia.

UMANA REYER VENEZIA

CASARIN 5: partita veramente complicata quella del prodotto del vivaio Veneziano, 8 minuti in cui ci capisce veramente poco.

STONE 5: in difficoltà, prova a ringhiare e a fare il suo in difesa ma spesso e volentieri i giocatori milanesi gli rispondono a suon di triple e giocate spettacolari. In attacco si fa vedere solo con una tripla da 8 metri.

TONUT 6: uno dei pochi a provarci per lo meno in avvio con qualche buona incursione nell’area milanese, poi svanisce dal match. Chiude con 10 punti in 23 minuti.

DAYE 6: bello il duello con LeDay in entrambe le metà campo, alla fine sarà l’americano in maglia A|X a vincerlo, ma Daye ci prova comunque fino all’ultimo..certo, da migliorare ancora l’impegno nella metà campo difensiva.

DE NICOLAO 5: parte bene con una tripla, poi non trova più la via del canestro.

CAMPOGRANDE NE

VIDMAR 5: la staffetta con Watt non funziona al meglio, lo sloveno fatica tanto, soprattutto in difesa.

CHAPPELL 5: 6 punti in 22 minuti di gioco, si fa vedere veramente poco, trova qualche punto solo a partita già chiusa.

MAZZOLA 4.5: il peggiore dei suoi, chiude con 0 punti e 1 rimbalzo in 15 minuti.

CERELLA 5: altro insufficiente, si sbatte in difesa ma non basta, soli 3 punti per l’altro ex.

WATT 6.5: il migliore di Venezia, in post basso rimane sempre e comunque un problema per la difesa biancorossa, chiude con 15 punti, 7 rimbalzi, 3 stoppate, 9 falli subiti e 26 di valutazione.

JERRELLS 5: anche la sua è una partita veramente opaca, quando è in campo l’attacco veneziano non decolla mai e in difesa fatica a contenere Rodriguez possesso dopo possesso.

DE RAFFAELE 5: partita complicatissima per la Reyer, Milano mostra le unghie e i denti sin dai primissimi minuti, Venezia prova a rimetterla in carreggiata alzando l’intensità difensiva ma in una serata come questa pochissime squadre possono fermare l’A|X, e a questo giro l’Umana non ci è riuscita.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.