LegaDue Gold al giro di Boa: ecco le partite della domenica

Home

timthumb

La LegaDue è giunta a metà della Regular Season, con una classifica che è ancora molto corta ma che ci ha già riservato molte sorprese.

Trento, capolista e grande conferma di questo campionato, si arrende allo sprint contro un’Angelico Biella trascinata da Marco Laganà, autore di 16 punti in appena 22 minuti, e dai soliti Raspino e Voskuil. Alle Aquile non basta l’ennesima prestazione di Elder e Triche (16 e 19 punti). La classifica dunque si accorcia, e ne approfitta anche Capo d’Orlando, che grazie ad un Portannese da 32 di valutazione (22 punti), resta nella scia della capolista; Ad Imola la situazione si fa sempre più disperata, con l’Aget inchiodata a due punti ed ultima del girone GOLD.

EnWRnPgW

Anche la GZC Veroli, grazie ad una grande prestazione, affossa la Sigma Barcellona e raggiunge quota 20. Per Veroli, al quarto successo di fila, prestazione monstre di Casella, che firma 31 punti con 9 triple su 11 tentativi. Per i padroni di casa, che ora sono fuori dalla zona playoff, l’obbiettivo di inizio anno, cioè di dominare il campionato, sembra parecchio lontano. Nei piani alti stop per la Manital Torino, che perde in casa di Trapani, sempre più scatenata tra le mura amiche e sempre più letale in attacco. I siciliani sono stati trascinati da Parker (24 pti + 5 assist), Renzi (15) e Baldassarre (20); a Torino non sono bastati Amoroso, Evangelisti e Mancinelli, tutti e tre autori di una prova super.

Brescia ritrova il sorriso contro il Credito Romagna, grazie a una prestazione finalmente senza ombre e di squadra. Sul termine dei punti spicca ancora una volta J.R. Giddens: l’ex Celtics firma una prestazione da 21 e 11 rimbalzi; ma si mettono in luce anche Cuccarolo (che sembra il gemello fortunato di quello dell’anno scorso) e Slay. Per i romagnoli si salvano solo Ferguson e Lee Cain, autori di 51 punti in due. Cade invece Napoli; l’Expert, corsara al S. Filippo qualche settimana fa, gioca male e cade sotto i colpi di Goldwire (20 punti) e della sua Jesi. Unico a salvarsi dei napoletani Brkic, autore di 16 punti.

Chiudiamo con la sconfitta di misura di Verona contro una FMC Ferentino sempre più viva e il successo di Casale in casa di Trieste.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.