L’estate magica di Alessandra Orsili: “E fino a qualche anno fa neanche sapevo le regole!”

A1 Femminile Femminile News Home

Non dimenticherà facilmente questi mesi Alessandra Orsili, playmaker classe 2001 medaglia d’oro degli ultimi Europei Under 18 e Under 20. Un risultato storico e unico, raggiunto da una cestista parte del gruppo delle enfant prodige del basket femminile (13 medaglie vinte negli ultimi 11 anni dalle nazionali giovanili femminili).
La Orsili, imbeccata da Cosimo Cito, ha così parlato delle ultime settimane vissute:

INIZI: “Ho iniziato grazie a mia sorella, andavo al campo con lei. Poi lei ha smesso e io ho continuato. Mai visto basket in tv, mai avuto una giocatrice preferita prima. […] Ho tanta passione per il gioco, ma fino a quattro anni fa neanche sapevo le regole. Il basket d’altronde è così, a un certo punto ti entra dentro e non sai più farne a meno.”

EUROPEI: “La vittoria U20 è stata molto più complessa, abbiamo perso le prime due partite del torneo e poi l’Italia non aveva mai vinto un oro a questo livello. Io ci sono stato, ma come ingranaggio di un motore più grande. Ciò che fa vincere è l’equilibrio tra le parti, non la bravura di uno solo, o di due“.

FUTURO: “A Lucca in A1, da Civitanova, dove ho sempre giocato, in A2. Sogno la WNBA ma ho detto no al college. Mi hanno cercato diverse università americane ma prima devo terminare il liceo scientifico sportivo; poi ho la sensazione di non avere le caratteristiche giuste, per ora. Voglio farmi le ossa a un livello più alto in Italia, e Lucca è la piazza giusta“.

Fonte: la Repubblica x fiba.basketball (photo)o

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.