Ufficiale: nuovo scalpo dei Nets, firmato Kirilenko con la MLE

Home

Ieri sera si è materializzato uno dei colpi forse più importanti dell’intera free-agency NBA. Dopo aver messo sotto contratto Pierce, Garnett e Terry dai Celtics, Shaun Livingston dai Cavs, aver ri-firmato Blatche ed aver trattenuto Lopez, Deron e Johnson, i Brooklyn Nets del magnate russo Prokhorov hanno dato l’ennesima dimostrazione di quanto sul serio facciano quest’anno. Sfruttando la mini mid-level exception, la franchigia di New York ha prelevato Andrei Kirilenko dalla free-agency. Secondo appunto la mini mid–level exception, i Nets avrebbero potuto mettere sotto contratto qualunque giocatore a patto che egli percepisse 3 milioni o poco più. Il giocatore firma un biennale da 3.2 milioni di euro.

Sfruttando, evidentemente, la madre patria in comune Prokhorov ha convinto un giocatore del calibro di Kirilenko a rinunciare a parecchi soldi pur di accasarsi a Brooklyn. Andrei ha quindi declinato ogni altra proposta, anche di più laute, per far parte del progetto Nets. Con l’acquisto dell’ala russa, i Nets completano una panchina di tutto rispetto composta da Livingston, Terry, appunto AK47, Reggie Evans e Blatche.

Kirilenko provvederà a dare riposo sia a Pierce che, occasionalmente, anche a Garnett, passando nel ruolo di ala grande. Dalle braccia lunghe e ottimo in difesa, Kirilenko completa uno squadrone che punta al traguardo più lontano: il titolo. Dovesse dare un ottimo contributo anche offensivamente, probabilmente, potrebbe anche entrare in lizza per il premio di 6° uomo dell’anno, si vedrà. Fatto sta che BKN sembra molto ben assortita: un geniale creatore di gioco, una coppia di lunghi attacco (Lopez) – difesa (Garnett) importante, una bocca di fuoco dalla panchina come il Jet e due scorer come Pierce e Johnson. A questo aggiungeteci un difensore perimetrale di livello come Kirilenko e si può sognare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.