Mike James condanna lo Zalgiris all’ennesima sconfitta consecutiva

Coppe Europee Eurolega

ZALGIRIS KAUNAS – CSKA MOSCOW 78-87
(17-26/21-19/20-21/20-21)

Dopo l’inizio altalenante continua la striscia di vittorie del CSKA di Mosca che porta a quattro il bottino finora acquisito nell’ultimo mese. Totalmente diverso il percorso degli sconfitti, lo Zalgiris Kaunas, che si devono arrendere per la terza volta consecutiva. Sembrano lontane le quattro magiche vittorie iniziali.

Ospiti che cercano subito nei primi minuti di guadagnare un buon margine. Dopo un inizio battagliero è Hilliard l’uomo che apre al primo vero vantaggio del CSKA con due triple e 8 punti totali in un amen. I padroni di casa non riescono a invertire la rotta nonostante i tentativi di Grigonis e Rubat e alla fine del quarto bastano le giocate ispirate da un Mike James d’annata per garantire tre possessi di distanza alla prima sirena (17-26). Una serie di break e controbreak fa oscillare il margine di differenza entro la doppia cifra per parecchio tempo. Mentre Clyburn e Antonov consentono al CSKA un ghiotto +15, i lituani non perdono la calma e, ricomposti, cercano di ricostruire tassello dopo tassello grazie a un lavoro di quintetto magistrale. I 13 punti di distanza diventano presto 5 dopo le due triple di Hayes e l’estro di Rubit. I padroni di casa sono nel fuoco, ma l’estintore è in mano all’ex Olympiacos Milutinov, che agisce in favore degli ospiti con un canestro più fallo fondamentale (38-45).
Il fuoco sacro divampa ancora nel fuoco dello Zalgiris e la pausa lunga sembra aver fatto solo bene ai ragazzi terribili di coach Schiller. Grigonis, Walkup e Geben sono autori dello strappo che divide le compagini da soli 3 punti. Un timeout è necessario per evitare l’imbarca e schiarire le idee. E infatti dopo il timeout il CSKA subisce meno e segna di più, ancora trascinata dall’ottima percentuale dall’arco. Lauvergne e Lekavicius provano ancora a opporre resistenza, ma James e Bolomboy regalano una boccata d’ossigeno ai loro a 10 minuti dall’ultima sirena (58-66). Tutto si gioca in un quarto, e i locali lo sanno bene: l’8-0 di inizio parziale significa -2 palla in mano. Gli ospiti non sono da meno, armano Clyburn e James e alla metà l’8-0 è ribaltato a favore di Itoudis e i suoi uomini. Tutto è in bilico e le distanze non vanno mai oltre il doppio possesso. Nel momento più importante Jokubaitis sembra aver fatto la cosa più importante regalando il -3 dopo un momento magico di Clyburn. Tutti ne hanno poco, la lucidità inizia a mancare e a venire fuori è il leader, l’uomo simbolo da due anni a questa parte: la tripla di Mike James a 48 secondi dalla fine cancella tutti gli sforzi dei lituani e regala l’ennesima vittoria, La gara prosegue ma ogni tentativo va in fumo. E’ colpaccio CSKA nel fortino biancoverde (78-87).

fonte euroleague basketball association

ZALGIRIS KAUNAS: Grigonis 19 – Walkup 10 – Rubit 9

CSKA MOSCOW: James 27 – Clyburn 13 – Hilliard 12

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.