Milano mostra i muscoli e si porta sull’1-0 contro Bologna

Home Serie A Recap

EA7 OLIMPIA MILANO – GRANAROLO BOLOGNA

(20-18; 47-28; 67-53)

 

I playoff 2015 sono iniziati e Milano ha subito archiviato la prima gara contro Bologna, con un’abbastanza netta superiorità.

Un grande Daniel Hackett in versione MVP, solidi Gentile e Elegar, appoggiati dai compagni Samuels e Kleiza, e una grande fisicità messa in atto a rimbalzo hanno permesso all’EA7 di portarsi sull’1-0 in questi quarti di finale.

Dall’altra parte, si è vista una buona Bologna, capace di sfruttare alcune superficialità meneghine a cavallo degli ultimi due quarti, che ha fatto di Hazell il suo terminale offensivo principale e capace di rimanere in partita fino al 35’.

G. Cuccarolo, buona la sua prova
G. Cuccarolo, buona la sua prova

Milano si concentra subito sui tiratori in maglia bolognese, ma da sotto subisce i canestri di Cuccarolo e Gaddy. Sul 10-12 bianconero, Gentile risponde dalla lunga distanza; Samuels, Hackett e Moss seguono a ruota il loro capitano. Il primo quarto finisce così sul +2 Olimpia (20-18 al 10’). Non si fermano i giri dell’EA7, che ad inizio secondo quarto piazza un break di 6-0 targato Moss-Ragland-Brooks. Fontecchio prova a contenere, ma Kleiza segna la sua prima tripla per il 29-20. Hackett sale in cattedra, caricando di falli i suoi marcatori, Elegar e un buon Cerella infilano due schiacciate, ma la Virtus rimane attaccata sotto la doppia cifra, grazie alla coppia Fontecchio-Cuccarolo. Melli e, ancora, Cerella producono il +14 (40-26) e, complice la regia di Hackett, chiudono prima della pausa lunga sul 48-28.

Bologna però non ci sta e dimostra di avere cuore e attributi: White e Hazell segnano dalla lunga distanza e lo svantaggio scende a -11 (54-43 al 24’). L’EA7 risponde stringendo le proprie maglie in difesa, con Melli che va a segno dalla lunetta, Hackett in contropiede e Kleiza da 3 punti (66-48 al 27’). Sembra fatta, ma le “V-nere” non mollano il colpo, tornando a -12 con Gaddy, approfittando di qualche frettolosità biancorossa in attacco e di un piccolo calo delle percentuali al tiro. Gentile qui si dimostra un vero trascinatore, prendendo in mano la squadra con energia. Kleiza piazza un break di 5-0, ma l’ultimo grido spetta al capitano figlio d’arte, che ripristina i venti punti di vantaggio, archiviando la prima pratica di questa serie (90-67 al 40’).

gentile-milano

EA7 OLIMPIA MILANO: Ragland 7, Brooks 6, Gentile 16, Cerella 11, Melli 8, Kleiza 10, Elegar 4, Hackett 15, Samuels 5, Tabu, Moss 8. All. Banchi

 

GRANAROLO VIRTUS BOLOGNA: White 7, Cuccarolo 9, Gaddy 16, Imbrò 3, Fontecchio 15, Mazzola, Benetti, Hazell 11, Ray 4, Reddic 2. All. Valli

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.