Miracolo di Sakota, Varese porta la serie alla bella all’ultimo secondo!

Home

Non ci sono parole per definire questa partita, possiamo solo dire che, forse, è la più bella di questi playoff. Varese, dopo aver subito la rimonta senese, sotto di 5 a due minuti dalla fine, sigla una vittoria pazzesca con un canestro all’ultimo secondo di Dusan Sakota.

Partiamo dall’inizio: nel primo quarto Siena sbaglia l’approccio della partita, subendo l’ottimo inizio di Sakota e Bryant Dunston (doveva restare fermo 10 giorni, eppure ha dominato nel primo quarto). Ebi Ere con una tripla porta la Cimberio a +10 (16-6). Moss dall’angolo accorcia a -9 (13-22), ma Varese prosegue il suo ottimo momento, chiudendo il primo periodo con il punteggio di 27-15.

Nei successivi dieci minuti, botta&risposta tra Moss (quattro triple) e Ivanov che segna 4 punti di fila, Hackett segna il -8 (26-34), Varese reagisce e si riporta a +13. Le triple di Janning e Kangur aprono la rimonta senese e si portano a -3. Brown e Green piazzano il punteggio finale di 41-45, in favore ai lombardi. Ma l’inerzia della partita è dei senesi.

Di ritorno dalla pausa lunga, la partita si accende: una battaglia di parziali e contro-parziali. Blackout di Siena, ma Varese non ne approfitta: Sakota sbaglia una tripla e Moss riporta i toscani a -5 (44-49). Sakota segna un pazzesco canestro, ma i protagonisti sono Green  (bomba incredibile da oltre 7 metri) e Banks. Siena sprofonda sul -10 (50-60). Il coach Luca Banchi scuote i suoi ragazzi. L’effetto è immediato: Ortner domina e i senesi piazzano canestri facili con continuità. Ma la rimonta è rimandato nel quarto periodo, poichè Kangur sbaglia due volte la tripla del vantaggio.

Il quarto quarto si apre con il punteggio di 63-65 per Varese. Gli ultimi dieci minuti sono più che incandescenti. Siena parte col botto, Janning e Ortner firmano il sorpasso. Banks piazza la tripla del 67 pari. La partita è tesa, gli arbitri hanno un approccio molto severo, Siena dopo 3 minuti ha già il bonus. A tre minuti e Mezzo, Moss fa sognare i tifosi senesi con la tripla che vale il +6 (79-73). Ma inizia l’incubo dei presenti al PalaEstra: Siena segna solo un punto per il resto della partita, Brown si intestardisce e sbaglia tutto, Talts perde palla per colpa di un’infrazione di passi, ma si fa perdonare con un canestro+ fallo che vale il pareggio (80-80). Moss tira da 3, ma sbaglia, restano 24 secondi da giocare con il possesso per Varese. Mike Green, dopo aver passeggiato per il campo, tira da tre, ma sbaglia, Ortner sbaglia il rimbalzo e butta fuori la palla con 62 decimi da giocare. L’instant replay dà ragione a Varese, che con un piazzato in fade di Sakota sulla sirena porta la serie alla bella. Siena protesta, ma Lamonica, dopo aver consultato l’instant replay, decreta il trionfo dei lombardi.

Siena: Brown 17, Eze, Carraretto, Rasic, Kangur 14, Sanikidze, Ress 3, Ortner 17, Lechthaler, Janning 7, Hackett 5, Moss 17. Coach: Banchi.
Varese: Sakota 9, Banks 16, Talts 7, De Nicolao 2, Green 20, Balanzoni, Bertoglio, Cerella 3, Ere 7, Polonara, Dunston 10, Ivanov 8. Coach: Vitucci.

 

PS: non ci sono parole per descrivere Sakota: nel 2010 era in pericolo di vita per un’emorragia interna, finì in coma. Tre anni dopo piazza uno dei canestri più importanti della storia del basket italiano. Onore a Dusan.
La magia di Dusan.

[banner]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.