Il derby va all’Efes: vittoria e qualificazione ai playoff

Coppe Europee Eurolega Home

 ANADOLU EFES – FENERBAHCE  

 (21-14; 23-21; 21-19; 15-23)

efes
(www.fox sports.com)

Quintetti

EFES: Brown, Granger, Dunston, Osman, Balbay.

FENER: Dixon, Udoh, Vesely, Kalinic, Mahmutoglu.

Assenze:

Dopo l’infortunio di Sloukas e con Bogdanovic a mezzo servizio, coach Obradovic deve rinunciare anche a Datome: problema ad una spalla per il capitano azzurro e stop di 3 settimane. Perasovic si presenta al derby con tutto il roster a disposizione.

Stato di forma:

La sconfitta all’ultimo secondo contro il Maccabi rischia di minare la quarta posizione del Fener, con Baskonia e Pana ad una sola partita di distanza. L’Efes, di contro, arriva alla sfida in un buon momento di forma (4 vittorie nelle ultime 5) e vincendo quest’oggi sarebbe matematicamente qualificati ai playoff.

La gara

Apre il derby di Istanbul un 5-0 firmato Osman, con la schiacciata di Vesely a mettere i primi punti a referto per i suoi. Un altro mini break di 5-0 ed è +8 Efes, 10-2. Tripla di Mahmutoglu e ancora Ian Vesely e Fener che ricuce ad un solo punto lo svantaggio. 12-11 a 2:52 dalla prima sirena. I padroni di casa riprendono a segnare con costanza chiudendo il quarto con il canestro di Heurtel. 21-14Massimo vantaggio Efes nei primi minuti di seconda frazione: +10, 26-16, con Heurtel a guidare l’attacco di coach Perasovic. Proprio Heurtel perde due brutti palloni, regalando 4 punti facili agli ospiti, con Dixon che completa il parziale con il gioco da tre punti. Metà secondo quarto, 28-23. Il Fener è discontinuo e l’Efes punisce ogni passaggio a vuoto dell’attacco giallo blu: +13, 40-27. Primi 20’ che vanno in archivio sul 44-35.

granger

Padroni di casa che partono meglio anche nel terzo quarto: 6-2 e nuovamente +13, 50-37. L’Efes allunga il parziale, con i canestri di Granger e Balbay che mettono 17 punti tra le due squadre, 55-38. Il Fener ritrova ossigeno offensivo grazie a Kalinic e alla tripla di un Bogdan Bogdanovic non al meglio. 4:08 alla fine della penultima frazione e -11 ospite, 55-44. I giallo blu di Istanbul portano a 10 i punti da recuperare ma un gioco da 4 punti di Granger e l’1/2 dalla lunetta di Brown permettono all’Efes di riscappare sul +15 (61-46). 10’ alla sirena finale, 65-54. Fenerbahce a contatto, 67-61, con 5 liberi in fila della coppia serba Bogdanovic-Kalinic. L’inerzia della gara è dalla parte ospite e altri due tiri liberi accorciano ancor più le distanze: poco più di 5’ dalla fine, 67-63. Granger prende per mano i compagni sia in attacco che in difesa e l’Efes allontana il Fener sul -8, 71-63. Bogdanovic con due penetrazioni ed ospiti a -5, 72-67, con 3:30 sul cronometro. Udoh difende perfettamente su Granger e la tripla di Dixon dà il -2 (78-76) agli ospiti a 37” dalla fine. Bogdanovic fallisce la tripla del sorpasso e a 15” dalla sirena al via la lotteria dei tiri liberi. Honeycutt e Bogdanovic fanno entrambi ½ dalla lunetta e lo 0/2 di Paul permette al Fener di avere un’altra chance. Dixon non manda a segno la tripla per mandare la sfida al supplementare e l’Efes vince 80-77.

Svolta della partita:

Il parziale in avvio di terzo quarto ha spaccato in due la gara, con il Fener che è riuscito però a rientrare in partita, avendo anche la possibilità di vincerla. La maggior rotazione dell’Efes e la stanchezza dei ragazzi di Obradovic hanno fatto la differenza nel finale.

Migliori in campo

EFES: Jayson Granger – Mette la firma nel parziale del terzo periodo e prende per mano la squadra nei momenti di maggiore difficoltà. 13 punti a cui aggiunge 5 assist e 4 rimbalzi.

FENER: Bogdan Bogdanovic – Non doveva nemmeno essere della gara e alla fine ha rischiato di essere il vero eroe del derby di Istanbul. 16 punti in 16’ sul parquet e principale artefice della rimonta nell’ultimo periodo.

Peggiori in campo

EFES: Thomas Heurtel – Brutta prova del play francese che nonostante un avvio promettente, perde diversi palloni banali commettendo anche falli ingenui. 4 punti in 15’ di utilizzo.

FENER: James Nunnally – L’ex Avellino chiude la gara con una valutazione negativa frutto anche di un 2/7 dal campo. 20′ in campo e 5 punti a referto.

Tabellini:

EFES: Thomas 2, Honeycutt 9, Balbay 8, Brown 10, Osman 5, Geyik n.e., Granger 13, Heurtel 4, Mutaf, Paul 10, Dunston 14, Kirk 5.

FENER: Hersek n.e., Udoh 8, Mahmutoglu 10, Antic, Bogdanovic 16, Bennett n.e., Nunnally 5, Ugurlu, Vesely 7, Kalinic 12, Dixon 19, Duverioglu n.e.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.