A Torino basta un quarto per chiudere la pratica Piacenza

Home Serie A2 Recap

REALE MUTUA BASKET TORINO – UCC ASSIGECO PIACENZA 88-54

(20-8, 26-16, 25-17, 17-13)

Esordio casalingo per la Reale Mutua Torino, che a due settimane di distanza dalla sfida contro Biella torna in campo per affrontare la UCC Assigeco Piacenza. I ragazzi di coach Cavina sono chiamati a un cambio di passo dopo la deludente uscita nella prima giornata, non in quanto al risultato ma nella qualità del gioco, mentre i piacentini vanno alla ricerca di una vittoria per cercare di rimanere aggrappati al gruppo delle prime della classe lasciandosi alle spalle la bagarre salvezza.

Le prime iniziative sono firmate dagli ospiti, che con Guariglia vanno due volte alla conclusione senza però riuscire a sbloccare il punteggio. Dopo 1.46 di gioco è Clark, con una tripla, a dare il via alla gara, ma la reazione degli ospiti non si lascia attendere con Carberry e Cesana che rispondono sul 3-5. Il controsorpasso gialloblu arriva con Diop, che sarà protagonista della partita, e viene sancito dalla tripla di Toscano per il 10-7. L’1/2 di McDuffie dalla lunetta dopo sei minuti e venticinque di gioco dà il via ad un completo blackout ospite, propiziato anche da un’ottima aggressività difensiva di Torino, che lascia Piacenza inchiodata sugli 8 punti fino alla fine del quarto. La Reale Mutua allora ne approfitta e con Cappelletti e Pinkins fugge fino al 20-8.
La seconda frazione si apre ancora con un canestro dei padroni di casa, firmato da Pinkins, a cui risponde subito Massone. Torino però è in controllo e anche con le seconde linee (vedi Penna) tiene alto il livello di attenzione non consentendo agli avversari di riaprire il match. Molinaro prova ad accorciare sul 28-17, Diop ricaccia indietro l’Assigeco e il distacco tra le due compagini si attesta oltre la doppia cifra. I due punti di Diop per il +17 costringono coach Salieri al timeout. Le parole dell’allenatore piacentino sembrano sortire l’effetto sperato, McDuffie rosicchia qualche punto alla Reale Mutua gli americani di Torino si scatenano e fanno volare i gialloblu sul +20 (42-22). All’intervallo, il tabellone recita 46-24 e la pratica sembra già chiusa.

Al rientro in campo dagli spogliatoi i padroni di casa non accennano a mollare e allora il distacco aumenta ancora: canestro di Diop, triple di Alibegovic e Clark e in un attimo si è sul 58-24. Piacenza impiega 3 minuti e 53 a sbloccarsi con un centro di Carberry, ma nonostante qualche errore di Torino, tra tiri sbagliati e palle perse, non riesce a darsi la scossa decisiva. Dopo aver raggiunto il +35 la Reale Mutua sembra tirare leggermente i remi in barca e allora l’Assigeco, con i canestri di Gajic, accorcia sul 66-41. Al trentesimo, però, il tabellone recita 71-41.
L’ultimo quarto è una formalità. Torino mantiene il distacco sopra le 30 lunghezze sfiorando anche il +40 sull’ 80-43, Piacenza ormai non ha più nulla da chiedere alla partita e il fallo tecnico fischiato a Molinaro a tre minuti dal termine mette la parola fine sul match. Negli ultimi minuti, coach Cavina lascia un po’ di spazio anche ai giovani Mortarino, Ferro e Origlia, con quest’ultimo che riesce anche a iscriversi a referto con un 2/2 dalla lunetta. Il finale dal PalaGianniAsti è di 88-54.

 

TABELLINI 
Reale Mutua: Campani 7, Clark 12, Toscano 9, Cappelletti 8, Pagani, Penna 3, Diop 16, Ferro, Origlia 2, Alibegovic 16, Pinkins 15, Mortarino. All. Cavina

Assigeco: McDuffie 8, Molinaro 7, Formenti 2, Cesana 8, Guariglia 4, Voltolini 2, Gajic 5, Poggi 2, Massone 4, Carberry 12, Perotti, Jelic. All. Salieri

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.