A2 ovest: Capo vince e aggancia Roma in testa. Partita farsa a Siena

Serie A2 Recap

Dopo la clamorosa rimonta di Rieti sulla Virtus Roma nella partita di mezzogiorno (25-3 il parziale in favore dei reatini nell’ultimo periodo, che ha ribaltato una partita fin lì saldamente in mano ai capitolini), il campionato di serie A2 ovest vede Capo d’Orlando appaiare in testa alla classifica proprio i giallorossi, per un campionato ormai definitivamente riaperto. Bene Casale che vince in casa su una buona Legnano, e anche Trapani che vince un importante sfida playoff contro Treviglio. Poco da dire sulla vittoria di Biella che ha asfaltato una Siena ormai allo sbando, in una situazione che mette a rischio la regolarità di questa fine campionato.

ON SHARING SIENA – EDILNOL BIELLA 61-93

(11-30; 14-25; 18-19; 18-18)

Non c’è molto da commentare sulla partita svoltasi al PalaEstra, dove la Edilnol Biella ha come prevedibile passeggiato sulla formazione juniores messa in campo dalla On Sharing Siena. Dopo aver rinunciato alla trasferta di Legnano, e con i giocatori che non prendono gli stipendi ormai da mesi, la partita si è disputata regolarmente, anche se si è trattato di fatto di un’amichevole. Anche perché i 2 punti incassati da Biella potrebbero essere inutili nel caso in cui Siena dovesse saltare un’altra partita, il che comporterebbe l’esclusione dal campionato con la conseguenza che tutti i punti accumulati contro i toscani verrebbero azzerati. Tra le file di Siena spiccano i 16 punti di Cepic e i 15 di Del Debbio, mentre per Biella sono 21 i punti di Harrell con 6/7 da 3 (non un banco di prova comunque sufficiente per definire il giocatore come “ritrovato”) e 18 quelli di Antonutti, che sta proseguendo il processo di inserimento negli schemi di Carrea.

 

GIVOVA SCAFATI BENFAPP CAPO D’ORLANDO 93-95

(20-18; 22-23; 26-27; 25-27)

La sfida tra le due squadre probabilmente più in forma del campionato vede sorridere la Benfapp Capo d’Orlando che con un canestro sulla sirena di Lucarelli espugna il campo di una Givova Scafati autrice di una partita di grande spessore, non permettendo mai agli ospiti di prendere il largo. Oltre al solito apporto di Parks e Triche (24 e 21 punti rispettivamente) Capo trova un nuovo protagonista in Mei (18 punti con 6/8 da 3). Aaron Thomas sfodera per Scafati una nuova grande prestazione (34 con 12/20 al tiro).

Partita all’insegna dell’equilibrio: infatti se si esclude un tentativo di fuga nel primo quarto da parte di Scafati che arriva fino al +7, il resto della partita ha visto le squadre sempre a contatto, con Capo d’Orlando che trova una prestazione balistica eccellente di Mei dall’arco (6/8) che compensa la scarsa vena realizzata di Triche, mentre Scafati si affida a una prova maiuscola di Thomas. A 90″ dal termine la partita è nuovamente in parità, visto che uno straordinario Ammannato riesce a ricucire lo strappo dei siciliani che con le triple di Mei e Triche si erano portati sul +5. Parks segna una tripla pesantissima, visto che dopo il timeout Rossato sbaglia dall’arco e Triche fa 2/2 dalla lunetta; ma Thomas segna 5 punti filati e rimette tutto in parità. Con 11″ da giocare Lucarelli a mandare Capo in paradiso col canestro dopo il rimbalzo offensivo su errore di Triche.

 

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – AXPO LEGNANO 88-81

(22-17; 25,21; 16-26; 25-17)

La Novipiù Casale Monferrato suda le proverbiali 7 camicie ma alla fine riesce ad avere la meglio sulla Axpo Legnano, che lotta fino alla fine ma cede sul finale. Martinoni con 21 punti e 25 di valutazione è il migliore della partita, buone le prove anche di Pepper (16 punti) e Pinkins (13 punti ma con canestri pesanti nel finale) per i rossoblu. Per Legnano 23 di Thomas, 16 di Raffa e 14 di Laganà, ma i tre in combinato collezionano un poco lusinghiero 3/16 dall’arco.

Casale prova a scappare a inizio secondo periodo quando con un parziale di 13-0 trovato a suon di triple (Pepper, Cesana e Valentini) riesce a scavare un solco di 18 punti tra le due compagini. Legnano riesce a limitare il passivo al 20′ grazie a un controparziale di 7-0 con Raffa sugli scudi. Il buon momento dei Knights non si esaurisce con l’intervallo, anzi prende nuovo vigore, tanto che con un parziale di 15-2 con Thomas protagonista assoluto i biancorossi riescono a mettere la testa avanti, in una partita che ora è più che mai combattuta. La svolta a poco più di 2′ dalla fine quando la bomba di Cesana e il canestro di Pinkins scavano un solco di 5 punti che Legnano non riesce a ricucire, visto che le triple di Laganà e Ferri trovano solo il ferro.

2B CONTROL TRAPANI – REMER TREVIGLIO 91-83

(23-25; 22-21; 27-21; 19-16) 

La 2B Control Trapani si aggiudica un importante scontro in ottica playoff contro la Remer Treviglio, rimescolando le carte a metà classifica, in una zona ora affollatissima. Ottima prestazione di Clarke e Pullazi, entrambi autori di 27 punti e un 9/13 combinato dall’arco (13/26 totale di squadra); bene i 24 punti di Nikolic per Treviglio, che porta comunque 4 giocatori sopra i 15 punti a referto.

Dopo un primo tempo equilibratissimo, anche il terzo periodo non è da meno visto che ai tentativi di fuga a suon di triple (Pullazi e Clarke su tutti) di Trapani, Treviglio è sempre pronta a reagire e riesce anche a portarsi in vantaggio a inizio ultimo periodo con la tripla di Nikolic. E’ la tripla di Miaschi a spaccare la partita con 3.20 da giocare, perché apre un parziale di 7-0 chiuso con l’apporto di Renzi che porta i siciliani a +9 a 2′ dal termine; Treviglio non ne ha più e alza bandiera bianca.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.