LegaDue: colpaccio di Trento, Brescia cede in gara 2

Home

BITUMCALOR TRENTO – CENTRALE DEL LATTE BRESCIA 73 – 75

Michael Umeh, 26 punti

Trento ha deciso di non voler più smettere di stupire. Dopo aver eliminato Barcellona nel primo turno, i trentini in gara 2 di semifinale, espugnano il parquet di Brescia ribaltando il fattore campo. Gli uomini di Buscaglia conducono il match per la maggior parte del tempo ma soltanto al suono della sirena finale possono tirare un sospiro di sollievo in virtù di una grande reazione finale dei padroni di casa.

Nel primo quarto attacchi abbastanza fluidi con tutti i giocatori in campo che riescono a trovare la via del canestro: i lombardi dopo un buon avvio di Juan Fernandez sono sospinti da Brkic che con due triple li fa arrivare sul 19-11. La reazione ospite è tutta nelle mani di Michael Umeh che dopo il primo quarto di gioco si trova già in doppia cifra. Le sue giocate e due liberi finali di Pascolo limitano i danni per Trento che al primo mini riposo è solo sotto di uno (19-18).

David Brkic, 17 punti

Nella seconda frazione sono ancora loro due ad animare Trento rispettivamente con una tripla ed un gioco da 3 punti, che concedono agli ospiti il primo vantaggio dall’inizio della partita. Qui Buscaglia inizia ad affidarsi ai gregari della panchina e viene premiato poichè dalle seconde linee arrivano i punti del primo allungo sul 23-30. Si tratta però di un momento effimero perché i padroni di casa non impiegano molto a scuotersi e con 6 punti consecutivi di Cuccarolo prima e Brkic poi, ritrovano il vantaggio sul 32-30. Inizia così un testa a testa molto avvincente di continui sorpassi e controsorpassi con la Bitumcalor che come in occasione del primo periodo, trova maggior lucidità negli istanti finali e con un parziale di 7 a 0, arriva all’intervallo avanti 38 a 42.

Il terzo quarto è all’insegna del più assoluto equilibrio con Trento che senza successo cerca di allungare e Brescia che dall’altra parte, continua a segnare senza però riuscire a rimettere il naso davanti nemmeno per un istante. I padroni di casa vengono presi in mano da Giddens e Barlos, mentre Trento oltre ad avere la solita inesauribile fonte di punti chiamata Umeh, riceve qualcosa da ogni interprete chiamato in causa e anche se il massimo vantaggio toccato è di soli 5 punti (sul 53-58 e sul 55-60), la truppa di Buscaglia trasmette l’idea di essere in controllo del match.

Davide Pascolo, 14 punti

La frazione decisiva si apre infatti proprio con il tentativo di spallata finale dei trentini che con un parziale di 6 a 0 arrivano sul 57-66. Brescia ritrova punti pesanti dietro l’arco con Jenkins e Brkic ma di fronte a sè ha una squadra che non si scompone e continua a produrre con costanza (63-70 a 5 minuti dalla fine). Tra le fila dei bresciani torna però a far muovere il proprio tabellino Fernandez che non segnava dall’inizio del primo quarto:  dopo l’ottavo assist del suo match con cui manda in lunetta Giddens,  trova il canestro del -2 che gasa il popolo di casa. Ancora una volta però, Davide Pascolo arricchisce il suo score con punti davvero pesanti che portano i suoi sul 69 a 75 con meno di due minuti da giocare. Nuovamente sono Geddins dalla lunetta e Fernandez con una tripla, a riconferire speranze al pubblico locale. La situazione è sul 73 a 75 con pochi secondi da giocare e possesso a Trento, che sbaglia il tiro che poteva chiudere il match e così offre a Fernandez ,l’uomo più caldo del momento, la chance del pareggio. Luca Garri però, dopo una partita efficiente ma silenziosa, mette a segno con una stoppata la giocata decisiva del match, dando la vittoria ai suoi.

Trento ottiene così una preziosa vittoria che ribalta il fattore campo, nonostante non sia riuscita mai ad ammazzare un match che ha sempre condotto dalla fine del secondo quarto. Dall’altra parte Brescia si morde le mani per una partita che potrebbe pregiudicare il suo andazzo nei playoff. La serie però è ancora lunga, e le credenziali per sbancare Trento ci sono eccome.

Brescia: Fernandez 10, Stojkov, Lombardi, Loschi 4, Jenkins 7, Dalovic, Cuccarolo 10, Giddens 15, Scanzi, Vinati, Barlos  10, Brkic 17.

Trento: Umeh 26, Gorreri, Pascolo 14, Forray 7, Dordei 3, Basile 2, Garri 11, Zaharie, Elder 6, Conte 4, Spanghero 2.

[banner]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.