Delfino ai Bucks e Hickson a Denver, Lakers su Kaman, Houston vuole Asik-Howard titolari

Home

Molti affari nella notte italiana per quanto riguarda la Lega che tanto ci appassiona. In NBA si sono concluse due operazioni di mercato di livello medio che lasciano comunque i palati degli addetti ai lavori con un sapore importante.

Partiamo da Denver che dopo aver chiuso lo scambio Koufos (a Memphis) per Arthur (in Colorado) conclude la trattativa per un altro lungo: si tratta di J.J. Hickson, centro giovane e talentuoso, lo scorso anno frontliner dei Blazers. Ha chiuso la stagione con la media di 12.7 punti e 10.4 rimbalzi accanto ad Aldridge, ora gli toccherà dividersi i minuti (presumibilmente) con McGee, che con l’addio di Kosta Koufos era candidato al posto di centro titolare affianco a Faried. Per il cap abbastanza pieno di Portland era un’operazione quasi impossibile trattenere il giocatore che, infatti, ha subito trovato l’accordo con i Nuggets del nuovo coach Shaw per 15 milioni in 3 anni. Ottimo affare. Denver completa così un buonissimo reparto lunghi che comprende anche Faried, McGee e il neo-acquisto Arthur.

KamanLa bomba che però fa più rumore, però, è un’altra ed esplode sulla West-Coast, più precisamente a Los Angeles. Pare infatti che i Lakers abbiano mostrato interesse verso Chris Kaman, attualmente giocatore sul mercato dei free-agent, che ha finito la scorsa stagione come membro dei Dallas Mavericks. I Lakers ci stanno pensando, dopo l’addio di Howard, come nell’ex Clippers hanno fatto qualche sondaggio anche New York, Golden State, Atlanta e Sacramento. Certo è che i giallo-viola, con l’innesto di Kaman, andrebbero verso un quintetto con Gasol e lo stesso Kaman titolari. Staremo a vedere come si evolverà la trattativa.

Questa invece è un’operazione chiusa.I Milwaukee Bucks hanno chiuso l’operazione che porta l’argentino Carlos Delfino in maglia verde. Biennale da 6.5 milioni di dollari per l’ala piccola/guardia che quindi saluta Houston e si sposta nella Eastern Conference. Il contratto contiene un’opzione per il terzo anno a ben 10 milioni. Dopo Detroit, Toronto e Houston, quindi, Carlos sarà un giocatore dei Bucks e presumibilmente sarà il titolare nella posizione di numero 3 (o riserva di Mbah a Moute), con Ilyasova e Sanders sotto le plance e O.J.Mayo e Jennings (sempre che, come pare, i Bucks pareggino qualunque offerta arrivi per il playmaker) nel backcourt che ha perso Redick e che, al 99%, vedrà partire anche Monta Ellis.

Infine, chiudiamo con una chicca. Rimanendo in tema Rockets, sembra che la dirigenza texana abbia negato ad Omer Asik ogni trasferimento o trattativa per essere scambiato. Il centro turco, con  l’arrivo roboante di Dwight Howard, ha visto sue le quotazioni scendere precipitosamente e, infastidito, ha subito cominciato a cercare altro (vedi la voce che lo vedeva a NOLA in cambio di Ryan Anderson). McHale invece pare abbia in mente qualcosa di più che inaspettato: l’ex C’s vorrebbe un quintetto che comprendesse sia Omer Asik che Dwight Howard sotto canestro. Qualcosa che metterebbe paura alle squadre avversarie. Una coppia di rimbalzisti importante che invertirebbe la tendenza allo small-ball sviluppatasi negli ultimi anni. Che si stiano già attrezzando per una finale con Miami?

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.