Durant rilascia una dichiarazione sul fatto che Irving continui a saltare le partite per motivi personali

Home NBA News

I Brooklyn Nets hanno recuperato una delle loro superstar quando Kevin Durant ha finalmente potuto lasciare la sua quarantena precauzionale a causa del COVID-19 ed è stato in grado di affrontare la sua vecchia squadra, gli Oklahoma City Thunder.

L’ex MVP ha ripreso da dove aveva interrotto prima di saltare le ultime tre partite con Brooklyn e ha guidato la sua squadra con un massimo stagionale di 36 punti e 11 rimbalzi. Il grande ritorno di Durant è stato offuscato da una sconfitta per 129 a 116 contro i Thunder.

Il partner in crime di Durant, Kyrie Irving, non ha ancora giocato per motivi disciplinari. Per la terza partita consecutiva, Irving non è stato trovato da nessuna parte e, secondo quanto riferito, ha saltato di nuovo il match per motivi personali.

Non parlerò di Kyrie. Lascerò che sia lui a parlarvi. Sono sicuro che voi ragazzi lo vedrete presto ogni volta che tornerà. Lo sosteniamo al 100% e preghiamo che tutto si sistemi in fretta.

L’assenza di Irving è stata un enorme punto interrogativo per i Nets. La sua riluttanza a parlare con i media ha peggiorato le cose. Con tutti gli altri che parlano per lui (o che non parlano per lui, come nel caso di Durant), tutti hanno dato il proprio contributo allo status di Irving.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.