eurolega

Eurolega, l’anno prossimo ci saranno 3 wild card: il CSKA Mosca verso l’esclusione

Coppe Europee Eurolega Home

L’Eurolega della prossima stagione inizia piano piano a prendere forma. Il nodo principale da sciogliere è sicuramente l’ammissione o meno dei club russi. Secondo quanto raccolto da Eurohoops parlando con Jordi Bertomeu, il CSKA Mosca non dovrebbe poter partecipare nella prossima stagione, anche se rimarrà membro del board. Questo genererà una situazione paradossale, nella quale il club russo non giocherà le partite ma potrà avere diritto di voto nelle decisioni di Euroleague. La licenza pluriennale del CSKA verrà sostanzialmente “congelata”.

Bertomeu ha anche anticipato che, a causa di questi motivi, ci saranno 3 wild card disponibili invece di 2. Una di esse sarà data ad un club di ABA League, la Lega Adriatica. L’attuale CEO di Euroleague, che a giugno lascerà il posto per volere dei club che hanno votato a maggioranza per la sua rimozione, ha anche ammesso che Istanbul al momento è la principale candidata ad ospitare le Final Four del 2023.

Secondo Bertomeu, Euroleague è in continua crescita economica. Il budget medio dei club partecipanti oggi si aggira intorno ai 24 milioni di euro, nell’ultima stagione la competizione ha avuto una crescita del 12% in termini di business e del 22% in termini di spettatori. Si sta inoltre lavorando ad una specie di Fair Play finanziario, con l’obiettivo di portare ogni squadra ad allocare fino al 60-65% del budget in salari. Inizialmente nel 2015 questa soglia era prevista al 50%. “Attualmente abbiamo squadre in cui i soldi spesi in salari sono il 150% dei guadagni del club” ha detto Bertomeu.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.