Final Eight 2018, Brescia vola in semifinale sulle ali dei fratelli Vitali, battuta una Virtus incerottata

Home Serie A Recap

Virtus Segafredo Bologna – Germani Basket Brescia 97-83

(26-17; 20-20; 22-19; 29-27)

La Virtus Bologna ci mette tanta volontà, ma la pesante assenza di Aradori e l’infortunio a gara in corso di A.Gentile compromettono la gara dei bianconeri, che soccombono sotto i colpi di Brescia, brava a sfruttare le lacune nella formazione di Ramagli e sfruttando al meglio i fratelli Vitali, vola per la sua seconda semifinale consecutiva dopo quella dell’anno scorso.

E’ subito sfida aperta tra i playmaker L.Vitali e Lafayette che prendono in mano le rispettive formazioni, senza che il punteggio però decolli: l’equilibrio permane, poi Moore con un gioco da tre punti scrive il primo mini-strappo (11-7 dopo 5′). La Virtus esprime un’ottima pallacanestro con tanta circolazione e costruzione di tiri aperti, ma è Brescia a tenere la testa avanti con i liberi di M.Vitali, il quale, coadiuvato dal fratello, mette in piedi a suon di triple il primo divario importante: Traini scrive +11, poi A.Gentile chiude il periodo sul 26-17.

Brescia rimane avanti in avvio di seconda frazione, ma A.Gentile non demorde e da solo rilancia la compagine bianconera, poi tocca al fratello Stefano firmare il -1 che costringe Diana al timeout (30-29); i felsinei cominciano a prendere fiducia e ad aggredire in difesa con Ndoja protagonista del momento, mentre Brescia non riesce a dare nuovo ritmo ed energie all’attacco, in una gara perfettamente in pari a quota 37 a meno di 3′ dalla fine del primo tempo. I lombardi ritornano a +5, ma qui la partita perde uno dei suoi protagonisti più attesi: A.Gentile si infortuna alla coscia (problema al flessore destro) ed è costretto ad uscire (non rientrerà più nel corso del match, in un momento in cui era top scorer della partita con 11 punti); da qui Moore alza il divario con altri due canestri e chiude il primo tempo sul 46-37.

Al rientro in campo, parte decisa e carica la compagine di Ramagli con Umeh e Lafayette che riavvicinano gli avversari con un 10-2 di parziale che spinge Diana di nuovo al minuto di sospensione (48-47); Moore fa respirare nuovamente la Leonessa, poi Landry e L.Vitali pescano due triple pesanti che fan volare i lombardi sul +9 per il timeout di Ramagli sul 58-49. Psicologicamente però la Segafredo non riesce a ricreare il ritmo dei primi minuti della frazione e Brescia accumula importanti viaggi in lunetta che concretizza per il 68-56 che precede l’ultima frazione.

Ad inizio periodo Traini scrive il +15 Germani, ma qui Baldi Rossi pesca 5 punti di fila che provano a ridare fiducia alla formazione in maglia gialla; i lombardi però controllano bene il ritmo della gara e restano sulla doppia cifra di vantaggio, poi Lafayette scrive il -7 che fa arrabbiare Diana per il nuovo minuto di sospensione sul 73-66. Qui i giocatori rispondono presente alle strigliate del tecnico livornese e tirano fuori un pesantissimo break con le triple dei fratelli Vitali e di Landry per il 9-0 che ricaccia indietro la Virtus con Ramagli che chiama timeout (82-66 a poco più di 4′ alla fine). La Virtus prova a sparare le ultime cartucce con Lawson, ma le giocate dei fratelli Vitali che chiudono il conto: finisce 97-83.

Germani Basket Brescia: Moore 22, Hunt 8, Vitali L. 20, Landry 8, Traini 10, Vitali M. 17, Sacchetti 4, Moss 6, Mastellari, Ortner 2

Virtus Segafredo Bologna: Lafayette 14, Ndoja 12, Umeh 11, Slaughter 9, S.Gentile 2, A.Gentile 11, Pajola 2, Berti ne, Lawson 17, Baldi Rossi 5

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.