Hunter e Wilbekin guidano il Maccabi al successo sul CSKA

Coppe Europee Eurolega

Maccabi Tel Aviv-CSKA Mosca 90-80

(20-29, 25-23, 21-12, 24-16)

Al termine di 40′ vibranti è il Maccabi Tel Aviv ad uscire vincitore dalla Yad-Eliyahu Arena contro il CSKA che cede 90-80 dopo aver condotto le ostilità per ben oltre metà gara. Prestazione da ricordare per l’ex Sassari e Siena Hunter che mette a segno il suo career high ed i canestri decisivi nell’ultima frazione.

L’avvio di gara è equilibrato ed a ritmo lento (11-12 5′). Il Maccabi paga le troppe palle perse, James con cinque liberi filati prova a dare il primo scossone al match assieme ad un ispirato Bolomboy per il+9 ospite al 10′, 20-29.

Nella seconda frazione Bolomboy è ancora on fire e consente al CSKA di andare sul +12 (23-35 al 13′), coach Sfairopoulos è una furia e chiama sospensione chiedendo maggiore intensità in difesa. Al rientro i russi allungano ulteriormente con James (30-44 15′), prima di un 5-0 firmato Hunter-Bryant che costringe la panchina ospite al minuto, 35-44 al 16′. I padroni di casa sembrano entrati definitivamente in partita e guidati da Wilbekin (12 al 20′) accorciano ancora (42-46 18′), il CSKA con Hines torna a +10 (42-52) è poi Dorsey sulla sirena a firmare il 45-52 del 20′.

Hunter mantiene in linea di galleggiamento i suoi rispondendo alle triple di Kurbanov ed Hackett dopo la pausa lunga, sei filati dell’ex Siena ed un 2+1 di Bryant rimettono tutto in discussione, 58-60 al 26. L’aggressività nella metà campo difensiva premia il Maccabi che sporca tutti i palloni e vola in contropiede con Wilbekin e Zoosman per il vantaggio gialloblu, 62-60 al 28′ e timeout Itoudis. Il CSKA sfrutta la superiorità per rimanere a contatto (64-64),Wilbekin lucra tre liberi (2/3) quasi sulla sirena ed al 30′ è vantaggio israeliano, 64-62.

Il match si fa sempre più intenso e spettacolare: Wilbekin prima segna dalla lunga distanza poi serve il nono assist della sua gara ad Acy per il massimo vantaggio Tel Aviv, 72-64 31′. La risposta viaggiante è tutta nelle mani di un fin qui evanescente James che mette in scena tutto il proprio repertorio e da solo riporta a contatto Mosca, 74-71. Il Maccabi prova a scappare ancora con la tripla di Bryant (77-71), ma i troppi rimbalzi offensivi concessi ai biancorossi lasciano ancora pericolosamente aperta la contesa (80-77 37′) così James (12 nel quarto sin qui) da 8 metri impatta a quota 80 con 2.40″ da giocare. Hunter e Zoosman danno due possessi di vantaggio al Maccabi (84-80 39′), Strenielks sbaglia da tre, poi ancora Hunter chiude definitivamente i giochi.

Maccabi: Bryant 14 Wilbekin 22 Acy 11 Caloiaro, Hunter 20 Cohen, Avidija, Dorsey 7 Cohen 3 Zoosman 13 All. Sfairopoulos

CSKA: Bolomboy 9 James 22 Ukhov, Antonov 2 Strlnieks 10 Voigtmann 2 Vorontsevich 3 Hackett 6 Koufos, Kurbanov 5 Hines 14 Baker 7 All. Itoudis

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.