lebron james

Insulti e volgarità contro LeBron James, un tifoso dei Cavaliers viene cacciato dal palazzetto

Home NBA News

Qualche giorno fa, in occasione del ritorno di LeBron James nella “sua” Cleveland per affrontare i Cavaliers, la stella dei Los Angeles Lakers ha avuto da ridire con un membro del front office avversario che aveva esultato in maniera scomposta dopo un suo errore al tiro al termine del terzo quarto. “È fortunato che venga qui solo una volta l’anno” aveva dichiarato James dopo la partita, nella quale aveva segnato il season-high di 46 punti.

Ma quell’uomo non è stato l’unico ad avere un atteggiamento ostile nei confronti di James: un altro, Joseph Bilgen, 49 anni, ha fatto anche di peggio. La Rocket Mortgage Fieldhouse, l’arena dei Cavs, è una delle poche attualmente parzialmente aperte ai tifosi in NBA. Bilgen si è presentato con diverse magliette sulle quali erano stampati slogan offensivi nei confronti di James come “LeBron è un razzista”, “La Blow Job” oppure “LeBron è un narcisista”, come riportato da TMZ.

L’uomo ha anche urlato diversi insulti e volgarità all’indirizzo di James, e per questo è stato affrontato dalla sicurezza: invece di calmarsi, Bilgen ha rincarato la dose, aggredendo verbalmente e addirittura anche fisicamente i membri dello staff. A quel punto sono intervenuti alcuni agenti che lo hanno allontanato dal palazzetto, anche se l’uomo non è stato arrestato o multato nonostante abbia insultato gli stessi poliziotti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.