La Virtus Bologna mette pressione a Sassari e vince a Trento, Dolomiti Energia quasi fuori dalle Final8

Home Serie A Recap

Dolomiti Energia Trentino – Virtus Segafredo Bologna: 85-92

(15-21; 39-48; 57-70; 85-92)

Continua la striscia vincente della Virtus, che passa anche alla BLM Group Arena: a Trento finisce 85-92. La Segafredo mette così pressione a Sassari per quanto riguarda il terzo posto in ottica Final Eight, mentre la Dolomiti Energia rischia di guardare la competizione dal divano di casa: con la sconfitta di stasera, i trentini devono sperare in diverse combinazioni tra le partite rimaste dell’ultima giornata.
Bologna ottiene così una preziosa vittoria, su un campo difficile sul quale si sta però instaurando una positiva tradizione. Gli ultimi incontri hanno premiato sempre i bianconeri, tra il campionato dello scorso campionato e la doppia sfida in Eurocup. Anche questa sera, la Virtus ha controllato il match ed è stata guidata da Milos Teodosic, che quando vede Trento si esalta ancora di più del solito. Doppia doppia del fuoriclasse serbo, che colpisce in prima persona ed innesca i compagni. Sempre a distanza di sicurezza, gli emiliani hanno condotto in lungo e in largo e non hanno sofferto le assenze di Tessitori (in panchina per onor di firma) e Pajola. Da lato Trento, importante la reazione alle situazioni di svantaggio, con Williams prima e Forray dopo a cercare di trascinare i compagni. Stasera non è bastato, ma è un buon segnale in vista dei prossimi impegni.

Tornando alla partita, il primo squillo è di Trento. I padroni di casa entrano subito in partita e piazzano un 8-2 in avvio. Bologna però non si scompone e con i primi cambi di panchine piazza un parziale di 0-12 per ribaltare la situazione, per andare al primo mini riposo avanti sul 15-21.

Anche il secondo quarto si apre con la Dolomiti Energia più in palla: subito un 5-0 con tanto Williams, poi l’apporto di Sanders e Browne per il pareggio (28-28). Con la nuova parità, la Virtus deve mostrare le armi pesanti per tornare avanti: sette filati di Belinelli, le magie di Teodosic e le finalizzazioni di Weems piegano le resistenze di Browne, per il 39-48 del 20′.

La pausa lunga rinfranca i trentini, che al rientro in campo provano a tornare vicini. Con Williams sugli scudi e una difesa ermetica, nei primi 5′ del quarto la forbice viene quasi chiusa del tutto. Poi però Teodosic prende per mano i suoi (doppia doppia già dopo 27 minuti), Hunter e Belinelli firmano un 5-0 negli ultimi secondi di frazione e la Segafredo torna lontana, sul 57-70 al 30′.

Bologna prova a dare la spallata decisiva subito in avvio di ultimo quarto, arrivando al massimo vantaggio sul 63-80. Invece che alzare bandiera bianca però, Trento reagisce guidata dal cuore di Forray e rimane attaccata alla gara. Arriva il nuovo -8, che costringe Djordjevic al timeout e mette pepe agli ultimi 4′ di gara. Il rientro del quintetto ormai “titolare” (con Belinelli da 4, Gamble 5 e Markovic, Teodosic e Weems a chiudere il backcourt) rimette ritmo alla Segafredo, che mantiene le distanze fino alla sirena finale, senza rischiare più nulla. Bologna porta a casa l’intera posta in palio grazie all’ 85-92 del 40′. 

Dolomiti Energia Trentino: Pascolo 2, Browne 14, Sanders 11, Williams 18, Martin 7, Forray 16, Maye 7, Morgan 10, Ladurner 0.
All. Brienza

Virtus Segafredo Bologna: Ricci 7, Markovic 5, Belinelli 15, Weems 17, Hunter 10, Adams 3, Alibegovic 5, Gamble 9, Abass 7.
All. Djordjevic

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.