Liga Endesa, dodicesima giornata: che emozioni! Unicaja e Barca sconfitte, Real di nuovo in testa

Estero Home Spagna

L’Unicaja abdica dopo solo una settimana e il Real torna in testa, mentre il Movistar del nuovo acquisto Aradori sconfigge il Barca, permettendo allo Joventut di agganciare i catalani al terzo posto.

Sergio Llull ha guidato il Real alla vittoria che vale il sorpasso sull'Unicaja.
Sergio Llull ha guidato il Real alla vittoria che vale il sorpasso sull’Unicaja.

Non dura più di una settimana il dominio in solitaria dell’Unicaja, che cade in casa di un Saragozza privo del leader Goulding. I padroni di casa si affidono all’immensa prolificità Marcus Landry e il QI cestistico di Pere Llompart per sorprendere la prima in classifica, a cui non basta il cecchino Toolson, autentica sentenza dalla lunga distanza. Deludono, invece, i due uomini simbolo di questo Unicaja, Granger e Kuzminskas, che sparano a salve.
Del passo falso dei ragazzi di Joan Plaza approfitta come un avvoltoio il Real Madrid, che si sbarazza del Rio Natura Monbus senza il minimo sforzo. Il risultato del match viene scritto già nel primo quarto, quando i Blancos tagliano sin da subito le gambe ai galiziani, con un parziale complessivo di 25-7. Appagati del vantaggio accumulato, Nocioni & Co. tirano i remi in barca e procedono nell’incontro per inerzia, andando a vincere comodamente per 91 a 73. La squadra di Moncho Fernandez non riesce mai ad impensierire i padroni di casa, che ora si riprendono il primo posto in classifica in virtù della differenza canestri che parla a favore delle merengue.

Inizia nel migliore dei modi l'avventura dello sponsor Movistar nel basket. La prima partita è una vittoria contro il Barca.
Inizia nel migliore dei modi l’avventura dello sponsor Movistar nel basket. La prima partita è una vittoria contro il Barca.

Chi esce veramente perdente da questa giornata di Liga è però il Barca di Xavi Pascual. I blaugrana vengono sconfitti in casa del neonato Movistar Estudiantes, che inizia la nuova era con un successo importante. Guarda i compagni dalla tribuna il nostro Pietro Aradori, non ancora convocato. Quello a cui assite Pietro – insieme agli 11’800 tifosi presenti al Barclaycard Center – è uno spettacolo senza uguali: il Movistar tiene botta a tutte le offensive catalane, trovando anche la forza di rispondere con il trio delle meraviglie Van Lacke-Martìn-Salgado. I tre terribili esterni di coach Vidorreta segnano quasi tre quarti dei punti di squadra (69 su 102) e risultando decisivi per una vittoria clamorosa. Al Barca non bastano i 25 punti di Doellman e a causa di questa sconfitta vengono raggiunti al terzo posto dallo Joventut.

Questa non è solo la giornata di Real e Estudiantes, tuttavia, perchè sugli altri campi si giocano degli scontri diretti non da poco. Lo Joventut vince in casa contro Bilbao, agganciando il terzo posto e operando il sorpasso proprio ai danni dei baschi. Fondamentale, nel successo verdinegro, il sempre affidabile Tariq Kirskay, che si carica la squadra di Badalona sulle spalle nei minuti finali.
L’altra partita emozionante si è giocata a Valencia, dove i padroni di casa hanno ospitato l’Herbalife Gran Canaria, prossima avversaria di Sassari in Eurocup. Nonostante una panchina decimata, Valencia riesce ad avere la meglio in una partita dai ritmi offensivi altissimi, in cui l’ex-Golden State Nemanja Nedovic si scatena con 18 punti fondamentali. Dall’altra parte non basta la doppia-doppia di Walter Tavares (15+11) per evitare a coach Aito Garcia Reneses l’ennesima sconfitta della stagione.

Augusto Lima, MVP della partita.
Augusto Lima, MVP della partita.

In un match alquanto tirato incappa nella seconda sconfitta consecutiva il Caja Laboral, che perde in casa dell’UCAM Murcia, trascinato dai 26 punti di Scott Wood e dalla doppia-doppia di Augusto Lima (15+14), sempre più affidabile sotto le plance. Ora Murcia si trova in piena zona playoffs.
Rimane a contatto proprio dei murciani l’Iberostar Tenerife, che raggiunge il 50% di vittorie vincendo in casa contro il Gipuzkoa. In attesa di affrontare il più quotato Joventut nella prossima giornata, gli insulari continuano a sperare in un posto per la Copa del Rey.

Nelle zone di bassa classifica, è da registrare il tonfo casalingo del Baloncesto Siviglia, che ne prende 20 dal neopromosso Morabanc Andorra, ormai distante dalla zona retrocessione. Decisivo per la squadra del principato si rivela Betinho Gomes, autore di 15 punti e 10 rimbalzi.
Quasi come Andorra, Fuenlabrada infligge un passivo di 16 punti alla Bruixa d’Or, fanalino di coda della Liga 2014-15. Andy Panko è ancora una volta fantastico con 26 punti e 9 rimbalzi, mentre l’ex-Roma Jimmy Baron termina con 12 punti, nonostante un laconico 0/4 dall’arco dei 6.75 metri. La situazione per La Bruixa d’Or si fa sempre più drammatica in attesa di un ritorno del nostro Peppe Poeta.

Ecco i tabellini delle partite del turno, mentre qui potrete vedere la classifica aggiornata.

CAI Saragozza – Unicaja Malaga 82-76
Saragozza: Landry 18, Llompart, Jelovac e Robinson 13, Norel 12.
Unicaja: Toolson 16, Kuzminskas e Stefansson 12, Green 11.

Real Madrid – Rio Natura Monbus 91-73
Real Madrid: Llull 20, Nocioni 17, Fernandez e Carroll 9.
Rio Natura: Waczynski 14, Triguero 11, Kleber 10.

Movistar Estudiantes – FC Barcellona 102-96
Estudiantes: Van lacke 25, Martin 24, Salgado 20.
Barcellona: Doellman 25, Thomas 16, Pleiss 12.

FIATC Joventut – Bilbao Basket 85-79
Joventut: Kirskay 16, Vidal 14, Suarez 10.
Bilbao: Mumbrù 16, Colom 15, Lopez 14.

Valencia Basket – Herbalife Gran Canaria 101-92
Valencia: Nedovic 18, Sato e Loncar 17, Ribas 15.
Gran Canaria: Newley 19, Kuric 17, Tavares 15.

UCAM Murcia – Caja Laboral 93-88
Murcia: Wood 26, Radovic 17, Lima e Antelo 15.
Caja Laboral: Shengalia 16, Bertans 14, James 13.

Iberostar Tenerife – Gipuzkoa Basket 77-68
Iberostar: Richotti, Beiran e Sekulic 14, San Miguel 10, Lampropoulos 8.
Gipuzkoa: Doblas e Dean 18, Iarochevitch 10, Hanley 9.

Baloncesto Siviglia – Morabanc Andorra 57-77
Siviglia: Rodriguez 11, Byars 10, urtasun e Radicevic 7.
Andorra: Bogris 20, Gomes 15, Bivià e Green 10.

Montakit Fuenlabrada – La Bruixa d’Or 90-64
Fuenlabrada: Panko 26, Burtt 18, Baron 12.
La Bruixa d’Or: White 19, Sakic 13, Grimau 10.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.