Kevin Punter

L’Olimpia Milano rischia di gettare un ottimo primo tempo, ma poi vince nel finale sul campo dell’Efes

Eurolega Home

Anadolu Efes Istanbul – Armani Exchange Olimpia Milano: 69 – 72

(20-20, 11-26, 21-6, 17-20)

Sopra di 17 all’intervallo, Milano rischia di buttare via un ottimo primo tempo al rientro dagli spogliatoi. La squadra di Messina perde la bussola, Micic mette a soqquadro la difesa milanese per un quarto e mezzo, ma nel finale l’Olimpia ringrazia il “Chacho” Rodriguez che segna i suoi unici quattro punti nel finale facendo la differenza, insieme ad una difesa strepitosa di Hines e Punter, per conquistare la vittoria esterna contro l’Efes. MVP della gara però un ottimo Kevin Punter che segna 18 punti con 4/4 dall’arco dei tre punti. Una Milano corsara torna a casa con due vittorie consecutive in Turchia dopo quella di martedì contro il Fenerbahce.

La gara

Parte bene l’Efes che subito nel primo quarto trova soluzioni fisiche nel pitturato, ma anche un’ottima continuità da tre punti soprattutto con un Rodrigues Beaubois immediatamente in ritmo. L’Olimpia cede terreno sotto entrambi i canestri, ma dopo essere stata sotto 17 a 12, trova la reazione con il tiro da tre. Shields e Datome scrivono un mini parziale di 6 a 0 che aggancia il punto a punto con gli avversari e dà il via ad un momento di impeto per i milanesi. La difesa dell’Armani Exchange protegge bene il pitturato, limita i danni dalla linea da tre punti e così alimenta una fase offensiva in cui i ragazzi di Messina alzano anche le percentuali (10/16, 8/14 da tre al 18′). Il risultato è un parziale di 8-21 in cui l‘Olimpia si gode le magie di Punter e dà una dura spallata ai turchi per andare all’intervallo sul 31 a 46.

Il secondo tempo dell’Olimpia comincia con le urla di Messina. Il coach di Milano richiama più volte l’attenzione dei suoi senza assistere ad una reazione. Una fiammata di 17 a 0 siglata da Simon e Micic riporta i turchi in parità a quota 46, poi l’Olimpia trova il primo canestro alla metà esatta del terzo quarto per cercare di ritrovare un ritmo però smarrito. Gli uomini di Ataman restituiscono la spallata a Milano con un terzo quarto da 21 punti – tre triple di Micic – a 6 punendo un’Olimpia irriconoscibile su entrambi i lati del campo. L’Efes non gioca meglio di Milano, ma può contare sulle soluzioni di un Vasjlie Micic inarrestabile che consegna ai suoi il vantaggio del 65 a 59. Negli ultimi quattro minuti però si accende un lampo per l’Olimpia: il Chacho segna i suoi primi 4 punti alimentando un parziale di 7 a 0 per mettere la testa avanti sul 69 a 71 e vincere la gara, non senza paura. Delaney fa 1/2 ai liberi negli ultimi 4 secondi lasciando a Micic l’opportunità di centrare un improbabile pareggio da oltre metà campo. Finisce 69 a 72.

Tabellino

Efes: Larkin 4, Beaubois 13, Singleton 4, Balbay NE, Sanli NE, Moerman 6, Tuncer NE, Pleiss 0, Micic 20, Anderson 2, Dunston 11, Simon 9;

Olimpia Milano: Punter 18, Leday 8, Micov 4, Moraschini NE, Roll NE, Rodriguez 4, Tarczewski 0, Delaney 10, Shields 11, Brooks 2, Hines 8, Datome 7;

Foto copertina: sito ufficiale Olimpia Milano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.