L’Olimpia Milano strappa il pass per la semifinale, sconfitta Trento anche in gara 3

Home Serie A News

L’Olimpia Milano continua la corsa verso il 29° Scudetto conquistando le semifinali e mettendo KO la Dolomiti Energia Trentino dopo 40 minuti di vera battaglia. Gli uomini di Molin mettono tutto sul parquet guidati da un positivo Martin, ma al termine della sfida è l’A|X a mettere le mani sul match e sulla semifinale. Punteggio finale di 74-65.

Ritmi altissimi in questo avvio di Gara 3, Moraschini sblocca le marcature per gli ospiti, mentre dall’altra parte è il solito Williams a smuovere il tabellone dei padroni di casa. Maye e Trento si accendono da oltre l’arco, gli uomini di Molin tentano una mini fuga ma l’Olimpia torna prontamente in controllo della gara quando in campo entrano Rodriguez e Datome: il capitano della Nazionale guida l’A|X ad un controparziale di 9-0 che manda l’Olimpia in vantaggio sul 20-16 dopo i primi 10 minuti di gioco.

Williams chiude il parziale milanese (12-0) con 4 punti consecutivi riportando i suoi ad un singolo possesso di distanza (23-20), l’Olimpia sbaglia molto e Trento fa lo stesso non riuscendo ad impattare dopo diversi minuti di errori su errori. Moraschini (il migliore dei suoi nel primo tempo) sblocca i suoi da tre punti (28-22), LeDay allunga sul +8 e Molin è costretto a fermare la gara. Trento lucra qualche punto dalla lunetta per fermare l’emorragia, ma l’inerzia rimane saldamente nelle mani di Milano che va al riposo lungo in vantaggio sul 36-29 dopo il canestro allo scadere di Delaney.

Martin apre il terzo periodo con una tripla dall’angolo, poco dopo Maye appoggia il – 2 (36-34) e Morgan recupera palla, a questo giro è Messina a fermare il match con un timeout dopo soli 90 secondi di gioco. L’Olimpia si affida a Punter che però non riesce a sbloccarsi, Trento rimane lì e con Martin torna nuovamente a – 2. L’ex Bologna e Stella Rossa si scuote, tripla da 8 metri e l’Olimpia torna sul +5 (41-36) e poi sul +7 dopo l’inchiodata di Hines. Martin si carica i suoi sulle spalle e con 4 punti consecutivi in contropiede riporta Trento a distanza ravvicinata (47-42) con poco più di 2 minuti sul cronometro. Al 30′ Milano conduce per 52-45.

Trento mette tutto sul parquet e nei primi tre minuti di gioco prova a tenere a galla la partita trascinata dal solito Martin e da capitan Forray che indica la via ai suoi con palle rubate e tuffi eroici su palle vaganti: Trento è viva e al 34′ è vicina a Milano (56-51), ma ancora Moraschini smorza gli animi bianconeri con una grandissima tripla per il nuovo +8. Nonostante tutto Trento non molla e soprattutto grazie alla difesa rimane in partita: Milano non trova più la via del canestro, dall’altra parte il duo Morgan-Browne mette in cassaforte un parziale di 7-0 che permette all’Aquila di impattare sul 63-63 con 2:45 da giocare. LeDay ridà ossigeno ai suoi, Hines ruba palla e Roll capitalizza in contropiede, nuovo 4-0 Olimpia e nuovo timeout di Molin. Bomba di Rodriguez, altra giocata demoniaca in difesa di Hines e schiacciata in contropiede di LeDay, game, set and match, l’Olimpia vince anche gara 3 e strappa il pass per la semifinale, punteggio finale di 74-65 per i biancorossi.

AQUILA TRENTO: Martin 13+8rim, Jovanovic NE, Pascolo NE, Conti 0, Browne 9, Forray 2, Sanders 3, Mezzanotte NE, Morgan 12, Williams 16+8rim, Ladurner 0, Maye 10

OLIMPIA MILANO: Punter 14, LeDay 9+7rim, Moraschini 13+9rim, Roll 11, Rodriguez 5+4ast, Biligha 2, Cinciarini NE, Delaney 4, Brooks 0, Hines 8+7rim, Datome 8+7rim, Wojciechowski

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.