Milano si spegne nel momento decisivo, Malaga si aggiudica il match nel rush finale

Coppe Europee Eurolega

UNICAJA MALAGA – ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO 74-71

(26-20; 9-22; 20-11; 19-18)

Cede la lucidità nel momento decisivo a Milano, che cade a Malaga dopo una partita a due facce e che l’aveva vista prendere il controllo nella prima metà del quarto periodo, nella strada giusta verso la vittoria, ma la difesa andalusa ha limitato le opzioni e le percentuali dal campo dei milanesi aggiudicandosi due punti nel rush finale di gara.

L’avvio è nel segno della compagine di Plaza, con Milano in difficoltà contro i lunghi avversari per il 10-2 al primo timeout chiamato da Pianigiani; il minuto risolleva la sorti milanesi con i 2+1 di Goudelock e Tarczewski, ma è sempre la formazione andalusa a tenere il comando con Brooks e Nedovic (18-12). L’Olimpia con cinque punti di Micov acciuffa il pareggio a quota 20, prima che un parziale firmato da McCallum e un Brooks “on fire” chiuda una prima frazione intensa sul 26-20. La difesa andalusa toglie spazi ed idee a Milano che inoltre fatica a reggere il ritmo offensivo degli avversari, che tengono bene il campo ma non riescono ad allungare (29-22 dopo 3′ e mezzo); la zona biancorossa limita l’attacco spagnolo, poi Bertans alza i giri con 8 punti consecutivi per il sorpasso sul 29-32. Gli andalusi cominciano a perdere lucidità con gli esterni, mentre Goudelock guida l’allungo sul +7 che vale il 35-42 di fine primo tempo.

Parte male la ripresa dei meneghini, con Malaga che gira subito sui ritmi del primo quarto e con un 7-0 riagguanta il pareggio; l’Olimpia prova a respirare con M’Baye e Theodore, ma i padroni di casa hanno tutta un’altra energia e ritmo e restano in scia con le triple di Waczynski, costringendo Pianigiani al timeout sul 47 pari. Il match resta punto a punto con Theodore e Nedovic protagonisti, ma è Salin a mettere il tiro dalla media che vale il 55-53 prima del quarto finale. Milano mette un altro atteggiamento ad inizio ultimo periodo, limitando in attacco gli avversari e con Theodore a guidare la squadra e creare problemi alla difesa andalusa sul 60-66 a 5′ e mezzo dal termine; Brooks prova a rimettere in piedi i suoi, ma è la difesa a impedire a Milano di andare oltre il possesso di margine e Diaz firma il sorpasso a 90” dalla fine. Nedovic firma il +3, Goudelock dalla lunetta riduce al -1, poi Augustine elude il tagliafuori di Tarczewski sul tiro da fuori di Milosavljevic e sigla il 71-68. Theodore fa solo 1/2 in lunetta, ma dello stesso esito sono i liberi di Nedovic; Bertans però gestisce male il possesso decisivo e Malaga si aggiudica il match per 74-69.

Malaga: Okouo 2, McCallum 8, Diaz 5, Salin 8, Diez ne, Milosavljevic, Nedovic 15, Shermadini 4, Waczynski 6, Brooks 15 (+11 rimbalzi), Augustine 9, Suarez 2

Milano: Goudelock 18, Micov 9, Kalnietis, Tarczewski 5, Cinciarini 2, Abass ne, M’Baye 7, Theodore 14, Jefferson, Bertans 13, Jerrells, Gudaitis 3

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.