Mantova spezza l’incantesimo battendo Capo d’Orlando trascinata da un super James

Serie A2 Recap

STAFF MANTOVA – ORLANDINA CAPO D’ORLANDO 81 -70

(27-18, 13-15, 18-16, 23-21)

Si recupera la Prima Giornata del Girone Verde e quindi secondo match casalingo consecutivo per la Staff Mantova che cerca ancora il primo successo stagionale ricevendo alla Grana Padano Arena la compagine siciliana Capo d’Orlando (2pt. in classifica ottenuti contro Monferrato).

Nei minuti iniziali partono meglio gli ospiti che scappano in un batter d’occhio sul 2-6 con due canestri firmati da Floyd e i liberi di Johnson; Mantova impiega solo qualche istante per trovare le misure perchè 5 punti di capitan Ghersetti e un bel canestro di Cortese regalano addirittura il vantaggio ai virgiliani (9-8). I siciliani infatti, ora faticano moltissimo a trovare la via del canestro sbagliando parecchi tiri da sotto e allora ecco il magic moment Stings che aproffitando del momento di confusione degli avversari infligge un parzialone di 16-2 grazie ai canestri nel pitturato di Weaver (il secondo con uno schiaccione poderoso), ai liberi di James ma soprattutto alle due bombe pesantissime di Cortese (27-12). Nel finale di quarto, complice qualche distrazione di troppo da parte degli uomini di coach Di Paolontonio, l’Orlandina riesce a rosicchiare qualche punto con un Taflaj davvero in palla, autore di ben sei punti consecutivi (27-16). La seconda frazione si apre con una tripla di Ghersetti ma Capo d’Orlando fa la voce grossa nelle azioni successive con Fall che esegue davvero movimenti da manuale sfruttando anche la sua fisicità e bucando quindi spesso e volentieri la difesa mantovana (32-26). Staff sembra un po’ appannata in questo spezzone di gara e allora Floyd fa il diavolo a quattro realizzando ben sette punti in striscia conditi anche con una bomba. All’intervallo lungo il punteggio è di 40-33 per i padroni di casa.

Al rientro delle squadre dagli spogliatoi passano due minuti abbonadanti per vedere un canestro e lo realizza Johnson con una bella schiacciata che risveglia la Grana Padano Arena dal torpore generale che si era creato. Gli ospiti tornano sotto prepotentemente con un’altra tripla di Floyd (42-38) ma Mantova sembra tenere replicando con  brillanti giocate del play Bonacini e del pivot USA Weaver a tratti immarcabile  per manifesta superiorità a livello fisico nel pitturato avversario (52-43). Floyd e Johnson restano comunque una spina nel fianco per i virgiliani che riescono però a mantenere un vantaggio rassicurante di 11 punti alla fine del terzo periodo grazie alle realizzazioni di James e ancora Weaver con un pregevole tap in su tiro sbagliato da distanza ravvicinata di Bonacini (58-47). Nell ‘ultimo quarto Capo d’Orlando prova a mettere in campo tutte le energie rimaste: Fall, Gay e Floyd provano dare una speranza (60-56) ma è solo una pura illusione perchè Mantova trova l’allungo dapprima con i canestri di Infante e Ferrara e in seconda battuta con l’MVP del match, Christian James (chiuderà in doppia doppia con 24 punti, 10 rimbalzi e 5 assist), che mette a referto 2 triple in rapida successione e un’inchiodata mostruosa dopo aver toccato il ciel0 (79-69) che spezzano definitivamente il sogno dell’Orlandina di poter riacciuffare gli Stings che si regalano il primo sucesso stagionale dopo 3 passi falsi consecutivi.

 

 

TABELLINI

STAFF MANTOVA: Infante 3, James 24, Ferrara 2, Ghersetti 10, Maspero 2, Cortese 17, Bonacini 11, Weaver 12. All: Di Paolantonio

ORLANDINA CAPO D’ORLANDO: Taflaj 9, Gay 7, Floyd 24, Laganà 0, Johnson 13, Bellan 1, Fall 14, Moretti 2. All: Sodini

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.