Markovski, Galli e Devecchi dopo Sassari – Pesaro

Serie A News

Zare Markovski (Allenatore Dinamo Sassari)

Non c’è molto da dire se non ringraziare i giocatori per la professionalità e per l’impegno che comunque ci hanno messo nel lavorare in queste cinque settimane, fino alla fine. Il calendario è stato quello che è stato, purtroppo abbiamo finito sul più bello. Onoriamo la partita di stasera, ogni altro discorso, del passato e del futuro adesso è meglio non farlo. Mi dispiace che abbiamo dato tutto ciò che avevamo ma è andata così.

Jack Devecchi: (Capitano Dinamo Sassari)

Siamo partiti bene e anche se sapevamo di dover vincere a tutti i costi siamo riusciti a non sentire troppo la pressione, cosa che invece secondo me ha sentito di più Pesaro. Della partita c’è poco da dire, l’abbiamo sempre tenuta in mano per tutti i quaranta minuti. C’è rammarico per la mancata qualificazione ai playoff, abbiamo pagato questa stagione un po’ altalenante, sono molto dispiaciuto. E’ il campo quello che parla, le vittorie bisogna guadagnarle sul campo non sperare negli incastri delle altre squadre e nella differenza canestri. Dobbiamo imparare da queste annate un po’ storte, cercare di rimetterci in carreggiata e con una buona programmazione ripartire dal progetto che la società ha già iniziato a delineare da quest’anno.

Massimo Galli (Allenatore VL Pesaro): ”Stasera eravamo a corto di energie, essendo reduci da tre gare in una settimana. Complimenti alla Dinamo, stasera si è evidenziata per la sua grande qualità ad altissimi livelli. I miei ragazzi hanno comunque fatto un’impresa che fino a un mese fa era impensabile, sono stati bravissimi. In un momento di così grande difficoltà si sono davvero impegnati, dimostrando di tenerci tantissimo e facendo partite straordinarie come con Milano e Venezia, nonostante le assenze di Mika e Bertone. Sono molto felice di questo finale di stagione, Pesaro merita la serie A.

Fonte: Ufficio Stampa Dinamo Sassari

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.