Milano

Milano batte il Khimki già nel primo tempo e continua la rincorsa finale

Coppe Europee Eurolega Home
AX ARMANI EXCHANGE MILANO 84 – KHIMKI MOSCA 74
(29-26; 27-16; 14-13; 14-18)

Dopo la sconfitta in casa dello Zenit San Pietroburgo, l’Olimpia Milano incontra un’altra squadra russa ma lo fa tra le mura amiche. Il Khimki, fanalino di coda del campionato, arriva al Forum carica di energia e dà il tutto per tutto all’inizio, risentendo della fatica nella seconda parte del match. L’Armani trova ottime percentuali nel primo tempo, soprattutto nel secondo quarto, garantendosi un bottino interessante in vista del finale di partita, in cui cala la concentrazione. Milano stravince la sfida dei rimbalzi e continua ad essere in lizza per il secondo posto. Coach Messina, nel terzo quarto, da spazio anche al neoarrivato Evans, non ancora in condizione ottimale, e fa poi mea culpa per la scelta avventata. Tanti protagonisti per l’Olimpia Milano, da Shields (17 pt) e Hines (12 pt, 10 rimb), a Datome (15 pt), Rodriguez (13 pt) e Tarczewski (10 pt).

CRONACAMickey e Karasev indirizzano immediatamente il Khimki sui binari giusti; Datome dall’arco pareggia e sorpassa, mettendo in ritmo anche Tarczewski. Monia e Mickey rispondono, non lasciando fuggire i padroni di casa ma Shields inizia a prenderci gusto nel pitturato, piazzando il +6. McCollum prende iniziativa in area a riesce a chiudere il primo quarto 29-26.

Monia impatta dai 6,75 ma Rodriguez e Datome ricacciano indietro gli ospiti con la stessa moneta, firmando il +10. Vialtsev e Zaytsev, con Mickey sotto le plance, continuano a dare linfa al Khimki; Delaney e Hines, però, non li lasciano riavvicinare. Pioggia di triple nel finale del primo tempo: alle due dell’ex Olimpia, Bertans, replicano Moraschini, Datome e Shields. Il periodo si chiude 56-43.

Al rientro in campo dagli spogliatoi, Milano riprende da dove aveva lasciato, affidandosi a Delaney e Shields. Hines inchioda il +20 e Bertans si sente fischiare il 4° fallo. Monia prova a ingranare ancora per i suoi ma Rodriguez cancella tutto. Zaytsev e McCollum rilanciano, tornando -12 grazie ai viaggi in lunetta. Ancora Rodriguez interrompe il flusso positivo dei russi, chiudendo la terza frazione 70-56.

Il quarto si apre come si era chiuso quello precedente, ovvero con un canestro di Rodriguez, poi Micov piazza il nuovo +15. Zaytsev e McCollum sono duri a morire e provano ancora a ricucire lo strappo. Hines segna 4 punti importantissimi ma poi è costretto a lasciare il campo per un taglio al labbro, rimediato da uno scontro con Bertans il quale, sigla il -8 a 2’10”. Tarczewski va a schiacciare e recupera la palla che fa tirare un sospiro di sollievo a Milano che amministra nell’ultimo minuto. Termina 84-74.

TABELLINI:

AX MILANO: Punter 2, Micov 4, Moraschini 3, Roll, Rodriguez 13, Tarczewski 10, Biligha n.e., Dalaney 8, Shields 17, Evans, Hines 12, Datome 15.

All. Messina

KHIMKI: McCollum 15, Karasev 2, Zaytsev 7, Vialtsev 2, Monia 12, Sharapov n.e., Ponkrashov, Voronov 2, Bertans 11, Mickey 23.

All. Maltsev

Clicca qui per il boxscore completo

Foto Turkish Airlines Euroleague

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.