simmons embiid

NBA – Ben Simmons è arrabbiato per il comportamento di Joel Embiid

Home NBA News

A una decina di giorni dalla trade deadline, sembra ormai assodato che Ben Simmons rimarrà almeno fino al termine della stagione ai Philadelphia 76ers, non scendendo mai in campo. L’australiano è sempre in rotta con i Sixers, che però non hanno ricevuto offerte a loro congeniali e stanno anche andando piuttosto bene senza di lui, terzi ad Est a 0.5 gare di distanza dal primo posto e con un record di 31-19.

Merito soprattutto di Joel Embiid, che sta disputando una stagione da vero MVP. Nel pomeriggio è però uscito un articolo di ESPN, a firma di Ramona Shelburne, che è tornato sulla situazione di Simmons rivelando che quest’ultimo sarebbe arrabbiato in particolare con Embiid per come si è comportato nei suoi confronti. Soprattutto all’inizio della stagione, il centro di Philadelphia aveva risposto molto nervosamente alle domande su Simmons, affermando di “non essere il suo babysitter”. L’australiano però non avrebbe gradito come Embiid gli abbia dato la colpa per l’eliminazione contro Atlanta nelle Semifinali di Conference 2021, al contrario di quanto fece Simmons nei suoi confronti quando deluse nella serie contro Toronto nel 2019.

Oltre a questo, secondo ESPN Simmons sarebbe anche frustrato dal fatto che Doc Rivers lo abbia ignorato per tutta l’estate, non venendo a fargli visita quando il giocatore si stava allenando a Los Angeles. Va però aggiunto che coach Rivers ha cercato più volte di contattare Simmons via messaggio o telefonata, sempre senza successo: secondo il #25 dei Sixers però avrebbe potuto fare di più come ad esempio presentarsi direttamente sul posto.

Ben Simmons in questi mesi avrebbe perso circa 19 milioni di dollari in multe a causa delle numerose assenze da partite e allenamenti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.