NBA Numb3rs: i numeri da capogiro di Davis, Giannis e KAT; Houston a quota 15 consecutive

Home NBA News

Siamo giunti al rush finale, tra poco più di un mese la regular season avrà emanato tutte le sue sentenze e inizieranno i playoff. Ad est potrebbero essere già decise le 8 squadre che comporrano la griglia, anche se il loro ordine è molto incerto e tutto da stabilire come dimostrano le sole 2.5 W che separano Cavs e Heat, rispettivamente terzi e ottavi. Non sembra che i Pistons abbiano le carte in regola per giocare straordinariamente in quest’ultimo mese, recuperare le 4 W di distanza dall’ottavo posto e qualificarsi. Ad Ovest è invece tutto meno certo: 2.5 W separano i Trail Blazers (terzi) dai Clippers (noni) e squadre del calibro di OKC, T’Wolves o Spurs rischieranno di rimaner fuori dalle migliori 8. 

15. Gli Houston Rockets continuano a limare le poche imperfezioni e a migliorare la loro efficienza. Ad oggi sono una vera e propria corazzata che sembra avere tutte le carte in regola per mettere in serie difficoltà i Golden State Warriors. Harden e i suoi hanno vinto 19 delle ultime 20 gare e tutte le ultime 15. Vantano inoltre un record di 30-3 nei match giocati sia da Harden che da Cp3. Non perdono dal match del 26 gennaio contro i New Orleans Pelicans e nell’ultimo match sono riusciti a strappare la vittoria ai Celtics (in vantaggio per quasi tutta la gara) in un finale thriller. Vedremo se riusciranno a prolungare questa striscia positiva anche durante la prossima serie di 4 trasferte consecutive a OKC, Toronto, Milwaukee e Dallas.

50. Anthony Davis vuole portare i suoi Pelicans ai playoff a tutti i costi e lo sta dimostrando: quarto seed a Ovest e 8 vittorie di fila. Nell’ultimo mese viaggia a 33 punti, 13.7 rimbalzi, 2.5 rubate e 2.5 stoppate ed è diventato l’unico giocatore (ultime 10 stagioni) in grado di segnare 50 punti senza neanche segnare una tripla, riuscendoci peraltro ben due volte. Come se ciò non bastasse, nel match vinto all’OT sui Miami Heat, Davis è diventato anche il primo di sempre a terminare una partita con 40+/15+/5+/5+ (rubate e stoppate).

7. Anche i Philadelphia 76ers stanno alzando le marce in vista dei playoff. Attualmente sono sesti ad Ovest ed hanno vinto 7 delle ultime 10 partite. Di recente sono stati in grado di vincere 7 gare filate, una striscia che non si vedeva a Phila dal lontano 2009. Nel frattempo Ben Simmons è diventato l’unico rookie della storia dei 76ers, insieme a Allen Iverson, a chiudere un match con oltre 30 punti e 10 assist.

5. Dal 1965 solo 5 giocatori hanno chiuso una stagione con oltre 25 punti, 10 rimbalzi e 5 assist e Giannis Antetokounmpo potrebbe diventare il sesto (l’unico “problema” sono i 4.8 assist). Tutti i suoi 5 predecessori hanno poi vinto l’MVP della stagione, ma non tutti hanno dovuto fare i conti con James Harden versione 2017/18.

53. Continuiamo a parlare di giovani e future star della lega. Karl Anthony Towns conduce la classifica delle doppie doppie stagionali dall’alto delle sue 53. Da quando è entrato nella lega (2015) nessuno ha più doppie doppie di lui (167).

LeBron James. Rischiamo di essere ripetitivi, ma correremo il rischio e continueremo ad elogiare LeBron James, un giocatore che da quando è entrato nella lega ha vinto il 43% dei titoli di “Miglior giocatore della settimana” disponibili, per l’esattezza ben 37 su 86. Alla strabiliante età di 33 anni è riuscito, per la prima volta in carriera, a chiudere un intero mese di calendario con una tripla doppia di media (27 punti, 10.5 rimbalzi e assist). Inoltre, raggiungendo quota 8000 assist è diventato anche il primo di sempre con oltre 30000 punti e 8000 rimbalzi e assist. I suoi Cavs sono sicuramente una squadra diversa da quella di un mese fa ed ancora manca Kevin Love, attualmente però sembrano avere una marcia in meno rispetto a Rockets e Warriors. Detto ciò, non scommetterei mai contro di lui durante i playoff.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.