Rasheed Wallace e Scalabrine tornano in NBA come assistenti

Home
Rasheed Wallace, nuovo assistente ai Pistons
Rasheed Wallace, nuovo assistente ai Pistons

E’ bastato un anno a Brian Scalabrine per tornare in NBA. Il “White Mamba” ha infatti deciso oggi, dopo un paio di settimane di riflessione, di tornare nella Lega americana come assistente allenatore soltanto una stagione dopo il proprio ritiro dalla pallacanestro giocata. Per Scalabrine, ammirato in Italia a Treviso durante il lockout, si tratta della prima esperienza sulla panchina di una qualsiasi squadra, anche se, a dir la verità, di tempo in panchina il giocatore ne ha passato parecchio lungo la propria carriera NBA (13.0 minuti di media in carriera). Proprio per il suo scarso minutaggio, a fronte invece del titolo vinto nel 2008 con i Boston Celtics senza però mai giocare in quei Playoffs, Scal è presto diventato l’idolo dei tifosi di tutto il mondo. Ora potrà mostrare le proprie abilità di assistente a Golden State, al fianco di Mark Jackson, in una squadra giovane e molto promettente.

Anche un altro idolo delle folle però ha trovato una nuova occupazione, stiamo parlando di Rasheed Wallace, a cui non è nemmeno servito un anno sabbatico, ma sono bastati un paio di mesi: l’ex giocatore dei Knicks, costretto al secondo ritiro per problemi fisici, ha annunciato che sarà assistente allenatore nella “sua” Detroit. Sheed, famoso per il celebre urlo “Ball don’t lie!”, ha infatti giocato per i Pistons tra il 2004 e il 2009, vincendo il titolo nel 2004. Ora affiancherà Maurice Cheeks in panchina, è prevista una pioggia di tecnici a Detroit…

[banner align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.