Recap NBA 31/12/13: Portland torna a vincere a casa dei Thunder, Nets ancora sconfitti, i Kings superano Houston

Home

123113-NBA-Hawks-Paul-Millsap-PI-CH_20131231163718924_660_320

Atlanta Hawks @ Boston Celtics 92-91

Per l’ultimo dell’anno al TD Garden va in scena uno scontro della Eastern Conference, con gli Hawks che colgono la vittoria in trasferta soltanto all’ultimo possesso e grazie soprattutto al season high di Paul Millsap (34 punti con 15 rimbalzi e 12/19 dal campo). Nel secondo quarto Atlanta finisce sotto addirittura di 18 a causa della pochezza offensiva dei primi minuti, Kris Humphries fa registrare una doppia-doppia (18 punti e 10 rimbalzi) e Courtney Lee aggiunge 11 punti. Nel finale di primo tempo e inizio terzo quarto però Atlanta riesce a rientrare proprio con Millsap, anche se Boston non si arrende e sfrutta il gran momento di Kelly Olynyk (carreer high di 21 punti di cui 17 nel secondo tempo) per rimanere in partita. Kyle Korver (14 punti) fa 101 partite consecutive con almeno una tripla a segno. Nel finale Jordan Crawford (8 punti) segna il +1 per Boston, ma dall’altra parte Jeff Teague (16 punti) si guadagna il fallo e dalla lunetta segna i punti della vittoria.

MVP: Paul Millsap, prestazione monstre con season high.

 

Sacramento Kings @ Houston Rockets 110-106

I Kings sorprendono i Rockets in Texas con un finale di partita super per DeMarcus Cousins (17 punti, 16 rimbalzi e 4 recuperi). Sacramento parte meglio grazie a Rudy Gay (25 punti), che nel primo quarto segna quasi tutto ciò che gli è possibile segnare. Houston riesce a non perdere troppo terreno, Dwight Howard (18 punti e 8 rimbalzi) la mantiene in partita. Nel terzo quarto James Harden (season high da 38 punti con 10 rimbalzi) pareggia a quota 65 e successivamente i Rockets si portano in vantaggio anche di sei lunghezze. A questo punto Cousins inizia il proprio show: prima guida la transizione in solitaria chiudendo con una schiacciata con fallo, Houston però risponde con la schiacciata di Terrence Jones (12 punti e 11 rimbalzi) e la tripla di Harden. Isaiah Thomas (17 punti e 10 assist) firma la parità a quota 98, ma poco dopo ancora Harden segna per il +3. Con un minuto sul cronometro, Ben McLemore sbaglia la tripla ma Cousins è lì per il rimbalzo e il canestro del +1, sempre il centro da Kentucky ruba palla l’azione successiva e serve McLemore in contropiede, infine si guadagna lo sfondamento e spegne le ultime speranze dei Rockets.

MVP: DeMarcus Cousins, oltre alle ottime cifre anche un finale in cui è decisivo in tutti i modi possibili.

 

Brooklyn Nets @ San Antonio Spurs 92-113

Non c’è partita fin dall’inizio tra Spurs e Nets, ancora sconfitti. Già nel primo quarto è chiaro che San Antonio ne ha di più, Kevin Garnett (2 punti) fatica molto contro Tim Duncan (15 punti e 5 rimbalzi), mentre Marco Belinelli può colpire dalla distanza (10 punti). All’intervallo Brooklyn è già sotto di 23 punti e diventa garbage time: Mason Plumlee e Shaun Livingston segnano 15 punti a testa, il primo con 13 rimbalzi, ma gli Spurs mantengono il controllo della partita e allungano ancora nel quarto quarto.

MVP: Tony Parker, top scorer degli Spurs con 18 punti a cui aggiunge 6 assist.

 USATSI-140408_NBA-_0101_11-003--630x365

Portland Trail Blazers @ Oklahoma City Thunder 98-94

Kevin Durant domina incontrastato i primi due quarti e mezzo della partita contro i Trail Blazers, KD segna 36 punti nei primi tre quarti (chiuderà con 37 e 14 rimbalzi) trascinando quasi in solitaria i Thunder, ma Portland trova la forza di riprendersi dopo essere finita anche a -14 e ad agguantare la vittoria. Dopo il monologo di Durant, timeout per gli ospiti a metà del terzo quarto e inizio della rimonta: Damian Lillard (21 punti, 11 assist e 6 rimbalzi) accorcia dalla distanza, LaMarcus Aldridge (25 punti e 14 rimbalzi) con due canestri consecutivi fa -1, infine Nicolas Batum (17 punti) da dietro l’arco firma il primo vantaggio di Portland. Nel finale i Thunder fanno fallo su Mo Williams, che sbaglia entrambi i liberi, ma i Blazers catturano il rimbalzo offensivo e allungano. Durant fa 1/2 dall’altra parte e sbaglia il tiro che avrebbe consegnato la parità ai suoi.

MVP: LaMarcus Aldridge, altra grande partita con una doppia-doppia solidissima.

 

Le altre partite della notte:

Cleveland Cavaliers @ Indiana Pacers 76-91

MVP: Roy Hibbert, 19 punti e 5 stoppate.

Golden State Warriors @ Orlando Magic 94-81

MVP: David Lee, 22 punti e 9 rimbalzi.

Toronto Raptors @ Chicago Bulls 84-79

MVP: Jonas Valanciunas, 15 punti e 9 rimbalzi.

Milwaukee Bucks @ Los Angeles Lakers 94-79

MVP: Brandon Knight, 37 punti e 8 rimbalzi.

 

Infine ecco la Top 10 della notte:

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.