È un Della Valle clutch al PalaBigi: Sassari si deve arrendere

Home Serie A Recap

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 65-63
(15-14/15-19/18-22/17-8)

In una sfida tra passato vincente e presente da costruire, a portare a casa la vittoria è una super Grissin Bon Reggio Emilia in rimonta dal -10; ad ergersi ad eroe è Amedeo Della Valle, autore del canestro che consegna ai padroni di casa la terza vittoria consecutiva. Il Banco di Sardegna Sassari non prosegue il filotto costruito tra campionato e Coppa, buttando al vento una gara a tratti dominata con un quarto periodo sottotono per punti fatti.

Pochi punti complessivamente nel primo quarto (29), con le squadre che si danno battaglia senza mai dare grandi accelerate. Ad essere più propositivi sono i locali, i primi a spingere l’acceleratore grazie al prolifico quintetto. Polonara e Jones non bastano per i sardi, Bamforth prova a dare manforte ma il primo vantaggio degli ospiti viene vanificato nel finale, con Reynolds e Della Valle autori del 5-0 che permette a Reggio di chiudere avanti al decimo (15-14). Planinic prova a dare la carica rispondendo alla tripla di Candi; i compagni rispondono presente e trovano più volte la parità, animando la contesa. Prima Bamforth e Tavernari, poi Spissu e Jones, per la Dinamo è parzialone da 2-10 in procinto della pausa, con il solo James White a rispondere. Solo nel finale Wright riequilibra il tutto, spedendo sul -3 i suoi (30-33).
Il bel periodo di Sassari prosegue anche al ritorno sul parquet, con i due punti di Polonara che aprono all’allungo e al parziale di 2-11 che fa ben sperare. La Grissin Bon è bloccata offensivamente, cerca di costruire con Candi e il solito White, ma si trova davanti uno sniper Spissu, cecchino dall’arco nei momenti fondamentali. Nel finale i biancoblu possono chiudere ancora sul +10 con Hatcher; la preghiera di Mussini sulla sirena però riaccorcia al -7, dando speranze al Pala Bigi (48-55). Quello che sembrava essere un canestro fortuito si rivela la prima pietra su cui costruire un tempio. Reggio infatti rientra con un altro spirito combattivo, ricucendo prepotentemente con Nevels e Wright fino al -1 (break di 9-0). Bostic interrompe, ma tutto è di nuovo in discussione e la tripla di Nevels ribalta il risultato riportando avanti la Reggiana. Jones risponde a tono con 4 punti pesanti, Wright fa lo stesso; il risultato è in bilico ed è solo antipasto al finale thrilling. Si decide tutto nell’ultimo minuto: Wright fa 0/4 dalla lunetta, la Dinamo non sfrutta i possessi e anzi perde il più sanguinoso dalle mani del giocatore più in forma; a decidere la disputa è Della Valle con un piazzato glaciale, in una gara per lui ad alti e bassi. A un secondo e mezzo nulla può Bamforth, con la sua preghiera che si infrange sul ferro (65-63).

GRISSIN BON REGGIO EMILIA punti: Della Valle 10, Candi 8, Wright 11, Nevels 9, White 13, Reynolds 2, Mussini 6, Llompart 4, Bonacini NE, Cervi 2

BANCO DI SARDEGNA SASSARI punti: Bamforth 10, Hatcher 3, Tavernari 5, Bostic 4, Spissu 14, Picarelli NE, Stipcevic NE, Devecchi NE, Polonara 6, Jones 14, Planinic 5, Pierre 2

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.