Serie A, Playoff, gara7: Roma accede alle semifinali!

Home

L’Acea Roma non fallisce al PalaTiziano: battuta la sorprendente Reggio Emilia con il punteggio di 72-59, dominando gli ultimi 20 minuti di partita. Con questa vittoria, ottenuta dopo aver sudato sette camicie (è proprio il caso di dirlo), Roma affronterà Cantù, che ha eliminato a sorpresa con un finale thriller in gara7 in Sardegna.

Di fronte ad un PalaTiziano tutto esaurito, la partita fatica ad accendersi, ci vogliono due minuti prima che Taylor metta i primi punti della partita. Gli emiliani partono bene, i romani reagiscono e si portano in vantaggio (9-8), Cinciarini in trance agonistica segna 8 punti nei primi 10′ e tiene incollati i suoi agli avversari. Negli ultimi due giri di lancetta, la Virtus prova una mini fuga, che li porta alla sirena col punteggio di 23-18.

Nel secondo quarto,Reggio prova a fare la partita, si porta a -1 (25-24) grazie agli errori in difesa dell’Acea, ma l’MVP Gigi Datome spacca la partita e porta i suoi compagni a +7. Risponde Cinciarini, con un tiro allo scadere che riavvicina i reggiani a -5 con il tabellone che segna 39-35. Partita abbastanza equilibrata finora.

Di ritorno dall’intervallo, la difesa di Roma mette in crisi i reggiani e dopo una serie di palle perse e con la grande precisione dalla liea della carità, conduce a +10 in poco tempo (44-34), Reggio fatica molto e non riesce a risparmiare energie nemmeno con la difesa a zona. La Virtus si porta a +14 (51-37) e Lawal fa esplodere il palazzetto con alcune poderose schiacciate. Il terzo quarto si conclude con il punteggio di 57-42.

Reggio cerca la disperata rimonta, ma Goss si sveglia e spegne le speranze degli emiliani. A quattro minuti, Roma conduce 66-51 e la partita fila liscia, fino a quando i reggiani prendono un fallo tecnico e il pubblico di Reggio rischia di invadere il campo, ma subito dopo torna la calma e i tifosi romani possono finalmente cantare vittoria, dopo sette partite con molti alti e bassi.

Roma raggiunge uno traguardo storico, faticando contro una incredibile Reggio, che dimostra di poter giocarsela con tutte fin dal primo anno di permanenza nella massima lega italiana.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.