Sorrentino non sbaglia dall’arco e regala la vittoria a Napoli. Cagliari interrompe la striscia positiva

Serie A2 Recap

CUORE NAPOLI BASKET – PASTA CELLINO CAGLIARI 94-93
(19-21/27-23/29-29/19-20)

È una Napoli combattente quella che esce vincitrice dal PalaBarbuto. I campani riescono infatti nel trionfo contro una Pasta Cellino Cagliari corsara per tutti i 40′ minuti di gioco. Sfida nella sfida quella tra i due americani Kerry Carter (33 punti e 7 assist) e DeShawn Stephens (34 punti e 12 rimbalzi) anche se a decidere l’incontro ci ha pensato Gennaro Sorrentino, lucido nella fase finale con la tripla decisiva.

Primo quarto molto attivo per entrambe le compagini. I padroni di casa, nonostante la firma dei primi punti, si trovano sotto alla metà della decina, complici i canestri cagliaritani di Keene, Rullo e Turel. Sorrentino e Carter possono solo aggiustare nel finale, perché a chiudere avanti è la Pasta Cellino (19-21). Al rientro nel rettangolo di gioco la gara è molto equilibrata, con la Academy che, questa volta, si trova più spesso come inseguitrice. La Cuore Basket prova infatti a staccarsi, affidandosi all’estro del suo numero 3 Carter, e, nonostante le rotazioni molto corte, riesce a farsi valere sugli avversari, più lunghi ma allo stesso tempo meno precisi. Stephens prova a prendere per mano i suoi, approfittando del momento no di Keene; Turel fa lo stesso, regalando il +4 a Cagliari. Ma i campani, anche grazie all’apporto di Sorrentino e Nikolic riescono nel controsorpasso e, al 20esimo, tornano negli spogliatoi avanti di un possesso (46-44).
La pausa lunga non cambia il copione della gara; entrambe le squadre rientrano motivate nel parquet, pronte a dare tutto in campo. Napoli, in vantaggio dopo il secondo periodo, prova a tenersi avanti nonostante le insidie degli isolani. Il primo squillo arriva con i canestri di Balabe e Nikolic, che tengono gli ospiti distanziati di 8 lunghezze. Stephens e Rullo provano ad accorciare ma, forti del vantaggio acquisito, i ragazzi di coach Ponticiello non cedono e mantengono la loro posizione. Solo i canestri di Keene e Turel nel finale fanno vacillare la solidità dei padroni di casa, consentendo a Cagliari di riportarsi avanti a una frazione dalla fine (72-73). La stanchezza inizia a farsi sentire ma seppur scemi la lucidità, non mancano le emozioni. Ebeling risponde a Fioravanti, creando i presupposti per la fuga con il duo americano Keene-Stephens. Carter e Sorrentino rispondono dalla lunga distanza, riallacciando Napoli, prima che lo stesso ex Fortitudo Bologna restituisca il vantaggio agli azzurri. Keene sembra essersi ripreso e, con la tripla, consente ai rossoblu il controsorpasso. Ma, nel concitato finale, è la Cuore Basket a spuntarla, proprio con due bombe di Nikolic e, soprattutto, di Gennaro Sorrentino a 16” dalla fine. I due punti finali di Rullo valgono poco. Sono i campani a festeggiare (94-93).

CUORE BASKET NAPOLI: Nikolic 17, Maggio NE, Mastroianni 8, Ronconi NE, Fioravanti 3, Sorrentino 20, Vangelov 0, Zollo NE, Mascolo 5, Basabe 8, Crescenzi NE, Carter 33

PASTA CELLINO CAGLIARI: Stephens 34, Allegretti 3, Rullo 11, Turel 15, Matrone 2, Bucarelli 4, Keene 17, Rovatti 2, Ebeling 5, Angius NE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.