Steven Adams si difende: “Non sono un giocatore sporco”, ma Z-Bo non è d’accordo

Home

steven-adams-zach-randolph

Gli ultimi Playoffs hanno visto, al primo turno, degli Oklahoma City Thunder in grossissima difficoltà contro i Memphis Grizzlies. Kevin Durant e compagni la spuntarono poi in Gara-7, ma anche grazie alla squalifica di Zach Randolph in seguito ad uno scontro con Steven Adams. Il centro dei Thunder, che si appresta ad iniziare il suo secondo anno in NBA, è stato bollato da quel momento (e non solo) come “giocatore sporco e provocatore”, accuse dalle quali l’australiano ci tiene a difendersi.

Proprio Z-Bo, infatti, è tornato qualche giorno fa sull’accaduto, attaccando direttamente Adams:

Sette giocatori sono stati squalificati dopo una lite con lui. Quindi ci si dovrebbe chiedere perché tutte queste persone se la prendono con lo stesso ragazzo? Onestamente, penso che quello fosse il suo piano e io ci sono cascato in pieno. Mi prendo le mie responsabilità, sono troppo vecchio per queste cose… Voleva eliminarmi dalla serie e ci è riuscito, questa cosa mi ha turbato per tutta l’estate. Era il loro piano.

Al che Adams, sapute queste parole, ha tenuto a rispondere all’avversario:

No, no, proprio no. Giocavo solo duro, voglio dire, è un caso che sia successo. Sinceramente ero concentrato solo sulla partita.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.