Supercoppa 2020, post Trieste-Trento: Dalmasson soddisfatto per la vittoria, Brienza contento per la presentazione

Serie A News

Al termine del match tra la Pallacanestro Trieste e l’Aquila Basket Trento, vinto dai padroni di casa per 86-83, sono intervenuti nella sala stampa dell’Alianz Dome i tecnici delle due compagni e il giocatore biancorosso Juan Fernandez. Di seguito le loro dichiarazioni.

Eugenio Dalmasson, coach di Trieste:

«La più grande emozione è poter tornare a parlare di basket giocato dopo tanti mesi. Ritrovare la gioia della partita e poter riabbracciare il nostro pubblico è stata davvero una gran bella sensazione. Ero preoccupato per questo esordio perché sapevo che avremmo trovato sulla nostra strada un’avversaria dura come Trento, cosa che ha dimostrato durante tutto il match. Ne è venuta fuori una partita oggettivamente non da 30 agosto, una partita maschia nella quale le squadre non si sono risparmiate fino alla fine. A noi va bene così perché ci da la possibilità di far capire ai nostri giocatori, soprattutto a quelli stranieri, quanto duro sarà il prossimo campionato. Ringrazio i miei giocatori e il nostro pubblico che c’è stato vicino. In questi anni siamo stati certamente abituati ad un entusiasmo diverso ma sono convinto che, regole permettendo, con il passare del tempo saranno ci potranno essere più spettatori».

Juan Fernandez, giocatore di Trieste:

«Sono contento per Laquintana e per tutti i nuovi, vincere CI da fiducia e ci permetterà di lavorare molto meglio. Ho avuto strane sensazioni sul match, ne parlavamo proprio sabato alla vigilia dell’incontro, poiché a nessuno di noi era mai capitato di restare così a lungo senza disputare una partita ufficiale. Ritrovare il nostro pubblico è stato bello, ma è chiaro che ci piacerebbe rivedere il palazzo completamente pieno, come siamo stati sempre abituati. Speriamo, pian piano, di poter tornare alla normalità».

Nicola Brienza, coach di Trento:

«Stasera è stata la nostra prima partita dell’anno. Già essere qui e poter tornare in campo rappresenta un grande risultato per tutti. Parlando di pallacanestro, probabilmente nel primo tempo non siamo stati sufficientemente pronti come impatto alla gara. Infatti abbiamo lasciato qualche rimbalzo offensivo di troppo e regalato qualche palla persa. Mi è piaciuto, invece, soprattutto nel terzo quarto, l’atteggiamento difensivo della squadra. Credo che ci siano diverse cose da migliorare ma aver lottato fino alla fine è qualcosa di positivo che ci portiamo a casa senza rimpianti».

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.