Trieste-Pesaro, le pagelle: Davis, Delia e Grazulis spadroneggiano, Jones e Larson non bastano alla VL

Home Pagelle Serie A

All’Allianz Dome di Trieste i padroni di casa della Pallacanestro Trieste vincono per 89-78 contro la VL Pesaro nell’incontro valido per la giornata numero diciassette della LBA Serie A 2021/22. La squadra giuliana resta così al terzo posto in classifica e conferma quanto di buono fatto fino ad ora. Di seguito le pagelle dell’incontro.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE

Banks 7,5: bella prestazione dellla guardia di Memphis: concentrato e attento, capace di smazzare assist e concludere a canestro. Chiude con 11 punti e 6 assist.

Davis 8: uno dei più attivi per i giuliani, capace di dirigere e segnare grazie alla sua intelligenza cestistica e il suo carisma. Alla fine sono 14 i suoi punti e 6 gli assist.

Fernandez 6,5: a tratti si è rivisto il Lobito dei vecchi tempi, capace di giocate d’alta scuola e di guidare la sua squadra con autorità. Chiude con 7 punti e 3 assist.

Konate 6,5: leggermenete meglio rispetto alle ultime prove incolore, nonostante la sua uscita anticipata per falli. Chiude con 9 punti e una sufficienza più che piena. 9 punti e 6 rimbalzi il suo bottino finale.

Deangeli 6: quando viene chiamato in causa fa sempre il suo dovere, sufficienza più che meritata.

Mian 6,5: ottima prova dell’ex Cremona. Decisivo nei momenti che contano con i suoi canestri e ben focalizzato sul match anche difensiva mente. Alla fine sono 13 i punti per lui.

Delia 7,5sotto canestro domina e in difesa fa sentire la sua pressione ed esperienza. Chiude con 15 punti e 5 rimbalzi.

Fantoma S.V : non mette mai piede sul parquet in questa gara e quindi non giudicabile.

Cavaliero 6: pochi minuti in campo, ma la garra e l’esperienza del capitano si fanno sempre sentire.

Campogrande 6: porta a casa la pagnotta con una prova senza troppi acuti, ma comunque senza troppe sbavature e quindi sufficiente.

Grazulis 8: ottima prova anche del lungo lettone, sempre presente sia in attacco che in difesa e ben concentrato per tutto il match. Chiude con 14 punti e tanta presenza fisica e non solo in campo.

Coach Ciani 7: prapara bene la partita contro un’avversario ostico come la VL, riuscendo a far ripartire la sua squadra dopo una cocente sconfitta nel turno precedente. Il giro palla articolato e la pressione difensiva alla fine fanno la differenza. Maestro di basket.

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO

Moretti 5: prova incolore quella dell’italiano che non riesce ad esprimere al meglio le sue qualità nei 16 minuti e poco più di utilizzo. Sono solo 6 i punti a fine match per lui.

Tambone 5: altro giocatore impegnato poco in questo match, in cui non incide con la sua solita intensità e determinazione. Chiude con soli 3 punti a referto.

Stazzonelli S.V. : non mette mai piede sul parquet in questa gara e quindi non giudicabile.

Lamb 5: 22 minuti e poco più per l-americano, che per; non incide è commette spesso errori evitabili. Chiude con 4 punti e tanta amarezza per una prova nonn da lui.

Camara 6: scende sul parquet in questa partita per sostituire Jones. Impresa non facile che il giovane senegalese prova ad affrontare come può. Sufficienza piena per incoraggiarlo e per i suoi 4 punti messi a referto.

Zanotti 5: pochi minuti e poca intensità per lui questa sera. Zero punti e tanta stanchezza per l’ala di Torino in una serata da dimenticare.

Sanford 6: prova come può a guidare i suoi in alcuni momenti del match, ma la Carpegna stasera non gira come dovrebbe. Chiude con 13 punti e tanta buona volontà.

Larson 6,5: il buon Tyler è un altro di quelli che prova a tenere in vita Pesaro fin che può, sfruttando il suo telento  la sua grinta. Non bastano però i suoi 16 punti per vincere.

Demetrio 5,5: 6 punti e tanta difficoltà in fase difensiva per il brasiliano, che non incide come fa di solito e la squadra ne risente.

Delfino 5: non il solito Carlos e si vede. Prova non sufficiente per l’argentino che gioca a sprazzi e non fa vedere il suo vero talento stasera. Chiude con 6 miseri punti.

Jones 7,5: sicuramente il migliore per la VL. Sotto le plance è fondamentale per gli ospiti e quando deve abbandonare il campo per infortunio Pesaro non è più la stessa. Chiude con 20 punti.

Coach Banchi 5: la perdita di Jones non lo aiuta sicuramente, ma la Carpegna si accende e si spegne continuamente per tutta la partita. Il suo allenatore non riesce a darle la scossa e alla fine la sconfitta è più che meritata.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.