Ufficiale: Vertemati lascia la Blu Basket Treviglio. Il coach: “Posso solo dire grazie a tutti”

Home Serie A2 News

Dopo 9 anni è arrivata l’ufficialità della separazione tra Adriano Vertemati e la Blu Basket Treviglio; il coach brianzolo è diretto al Bayern Monaco, pronto a fare il vice di Andrea Trinchieri, suo “maestro” fin dai tempi delle giovanili. Per Vertemati un salto dalla A2 alla Eurolega che evidenzia le grandi qualità mostrate nel corso di questi anni a Treviglio. Di seguito il comunicato della società e le parole di saluto del coach:

“La Blu Basket Treviglio comunica l’interruzione del rapporto con il coach Adriano Vertemati. La società, preso atto della scelta dell’allenatore di vivere una nuova esperienza professionale, non ha potuto che assecondarne la volontà ed già alla ricerca del coach che guiderà la Blu Basket nella stagione 2020/21.

Vertemati lascia Treviglio dopo 9 stagioni, 302 panchine (167 V – 135 P), ed un lungo cammino iniziato nel 2011 caratterizzato da tanti successi, dal passaggio alla A2 unica sino alla semifinale playoff della stagione 18/19.

Il commento del Presidente Gianfranco Testa: “Il momento dei saluti non è mai semplice, ma sapevo che prima o poi avremmo dovuto affrontare questa situazione. Io e Adriano abbiamo vissuto tutto il percorso insieme, nove anni fa il suo arrivo è coinciso con la mia nomina di presidente. Con lui la società è cresciuta, ci siamo consolidati, siamo passati dalla vecchia DNA alla A2 raggiungendo traguardi importanti. Seppur a malincuore non potevamo privare Adriano della possibilità di vivere un’esperienza professionale di un livello così importante. Gli auguro il meglio e lo ringrazio per tutto quello che ci ha dato. Per quanto riguarda la Blu Basket noi andremo avanti per la nostra strada. La squadra è quasi fatta, manca poco. La Società saprà affidare la regia ad una figura giusta per la guida del team.

Qui invece la lettera con cui Vertemati ha voluto salutare quella che è stata la sua casa per tutto questo tempo:

“Dopo nove anni avete imparato a conoscermi… non sono il tipo da lettere.
È arrivato il momento di salutarsi e certamente non è facile. Anzi,è difficilissimo.

Più che un saluto però ora mi preme dire GRAZIE.

GRAZIE alla Blu Basket Treviglio. Al club, rappresentato magistralmente dai suoi Soci, con i quali ho sempre avuto un bellissimo rapporto, fatto di rispetto e stima reciproci. Grazie per avermi scelto e riscelto non so più quante volte, per avermi supportato nelle difficoltà del percorso ed avermi dato l’importanza che un allenatore sogna di avere in un club sportivo. Con una menzione speciale a Massimo e Clyde che hanno visto in me qualcosa durante quel pranzo a Bergamo più di 9 anni fa ed hanno continuato a vederlo ogni giorno… io l’ho sentito e lo sento tutt’ora.

Grazie anche per avermi lasciato andare, rispettando l’uomo prima ancora del professionista. Non lo dimenticherò.

GRAZIE al mio staff. Quasi invariato per 9 anni, con una menzione speciale al mio più fedele collaboratore Mauro, grande uomo e grande allenatore. Grazie per la fiducia incondizionata, il tempo (tantissimo) vissuto insieme, la sopportazione e soprattutto per la qualità del vostro lavoro. Porterò un pezzo di voi via con me.

GRAZIE ai giocatori che ho allenato in queste stagioni. Dal primo all’ultimo, dal più giovane al più esperto. Con una menzione particolare a Tommy e Lele, per avermi fatto sentire spesso meglio di quello che sono ed averlo trasmesso agli altri. Fondamentale. Grazie a tutti ragazzi, per esservi fatti spingere ogni giorno al limite, non è da tutti.

GRAZIE a tutti i collaboratori della società. Da Rossella a Silvano, passando da Armando e Paolo fino all’ultimo arrivato Vittorio. Ho sorriso poco, lo so. Ma ho sempre apprezzato il vostro lavoro e la vostra passione al nostro servizio.

GRAZIE al nostro pubblico. Tutto. Senza di voi avremmo vinto metà delle partite. L’atmosfera al palazzo negli anni è diventata sempre più magica e di questo dovete essere orgogliosi. Grazie per aver capito che persona sono e per non avermi chiesto qualcosa che non potevo dare. Siete stati fantastici, anche in trasferta.
La squadra è vostra. Spero di averla trattata bene in questo periodo. L’ho fatto ricordandomi sempre che dovevo rispetto a tutti voi.

Infine GRAZIE a Treviglio. Alla città, all’ambiente, alle persone. È il luogo dove è nata mia figlia Alessandra e dove continuerà a crescere. Grazie per l’educazione e la riservatezza. Per lo stile di poche parole e molti fatti…come me. Ecco perché mi sono sentito a CASA.

GRAZIE A TUTTI

A presto.

Adriano Vertemati

 

Fonte: Ufficio Stampa Blu Basket Treviglio

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.