Vanoli Cremona: una famiglia vincente

Home Pagelle Serie A

Tyrus McGee Vanoli Cremona

Vanoli Cremona: Voto 8,5

La stagione appena disputata dalla Vanoli Cremona è, senza ombra di dubbio, la migliore fin qui disputata dalla squadra. Una stagione nella quale si è raccolto tutto quanto di buono era stato seminato nelle annate precedenti. Ciò che più affascina della squadra-rivelazione dell’ultimo campionato è il progresso, inteso come miglioramento effettuato nell’arco della stagione appena conclusa, ma non solo, poiché la Vanoli è una società che è progredita nel corso degli anni. Infatti, se ciò che era stato fatto nella stagione 2014-2015 poteva sembrare apparentemente un punto di arrivo, di diversa opinione erano i dirigenti e tutti coloro che compongono lo staff della compagine lombarda, che ha saputo alzare nuovamente l’asticella. L’appagamento è una bestia feroce, dalla quale la Vanoli è stata capace di sfuggire.

washington cremonaA testimonianza del grande merito da riconoscere alla società ci sono i premi assegnati dalla Legabasket al miglior allenatore della stagione, consegnato a Cesare Pancotto (allenatore della Vanoli Cremona) ed al miglior General Manager, dove Andrea Conti (GM della Vanoli) si è classificato in seconda posizione. Non bisogna dimenticare che nella stagione appena profilatasi alle nostre spalle la storia della società è stata aggiornata con il raggiungimento di traguardi eccezionali. Oltre alla prima storica partecipazione ai play off e alla conseguente prima, e finora unica vittoria di una gara nella post season, c’è il raggiungimento, da parte del club cremonese, della (anche qui) storica vittoria in Coppa Italia, arrivata anche grazie alla tripla scagliata da Nicolò Cazzolato che ha mandato la gara al tempo supplementare, contro Sassari. Il fatto che sia stato proprio Cazzolato, l’artefice del canestro segnato nel momento più importante della partita, testimonia quanto ognuno abbia portato il proprio mattoncino per costruire una stagione, in grado di scavalcare la storia.

cusin cremonaIn questa stagione si è puntato a creare attorno all’asse italiano play-pivot, formato da Luca Vitali e Marco Cusin, un gruppo di giocatori USA di qualità, senza dover sborsare troppi quattrini. Per la panchina invece, sono stati presi degli atleti di nazionalità italiana, giovani e con un grande potenziale, in modo da avere delle basi solide su cui appoggiarsi nelle stagioni a venire, proprio perché la programmazione è uno dei concetti chiave della squadra. parlando di concetti chiave della Vanoli, la parola famiglia o in inglese family è una delle pietre miliari su cui è stata costruita l’idea di squadra. Una famiglia che si basa sull’idea del rimanere coesi ed affrontare insieme le difficoltà  che si presentano. Una coesione che intercorre tra giocatori e dirigenza, in armonia con i tifosi della squadra biancoblu, che l’hanno sempre sostenuta, in un ambiente difficilmente replicabile in altri contesti cestistici. L’hastag #Vanolifamily esprime con poche lettere la filosofia della squadra.

turner veneziaSe si pensa agli hastag associati a squadre della serie A di basket, un altro esempio che mi viene in mente è quello utilizzato dalla Mens Sana Siena nella stagione 2013-2014, ideato da Marco Crespi, che corrisponde al nome di #SomethingDifferent (da cui prende spunto il libro omonimo, scritto dall’ex coach di Siena). Si possono trovare dei neologismi tra queste due squadre: entrambe hanno fatto delle stagioni straordinarie, stupendo tutti, ma senza vincere nulla; nonostante la squadra toscana ci fosse andata veramente vicina. La principale differenza che le separa la si trova nel futuro. Si ritorna nuovamente sullo stesso punto da cui avevamo iniziato. Siena non aveva futuro, o meglio, non in serie A e con quella gestione, per motivazioni extra-cestistiche, mentre Cremona ha fatto capire di tenerci, investendo molto sui giovani. Le certezze per l’anno prossimo della Vanoli sono: Pancotto, confermato per la terza stagione consecutiva, Raphael Gaspardo, Paul Biligha, Fabio Mian (all’ombra del torrazzo per il terzo anno consecutivo) ed Elston Turner. Sicuramente sono un buon punto di partenza, per costruire tutti insieme, come in una famiglia, un’altra grande stagione.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.