mirotic barcellona passivo

Lo Zenit regge un quarto, poi è dominio Barcellona

Coppe Europee Eurolega

BARCELLONA-ZENIT SAN PIETROBURGO 84-58

(20-19, 24-8, 22-16, 18-17)

Dura 10′ la resistenza dello Zenit sul parquet di Barcellona, poi gli altri 30′ sono un assolo blaugrana. La squadra di Jasikevicius la gira nel secondo quarto con la second unit (Hayes e Laprovittola), e in generale tutti quelli che sono entrati hanno portato il loro mattoncino. La squadra di Pascual si ferma totalmente in attacco, per la pressione dei locali ma anche per propri demeriti e per sfiducia. Ora i catalani guidano la classifica dell’EuroLega insieme a Milano, con un record di 5-0.

Lo Zenit comincia meglio, perché riesce a tenere i ritmi bassi in attacco, tirando anche bene da 2, e a chiudere le penetrazioni in difesa. Dopo aver subito il primo mini break, Kuric aggiusta la mira e risponde a Ponitka, coadiuvato da Mirotic che fa valere il suo fisico contro i meno strutturati avversari. Una schiacciata dello stesso Kuric chiude il primo quarto sul 20-19. Il Barcellona si stava solo scaldando, e inizia la seconda frazione aggredendo gli avversari a tutto campo e trovando canestri da vicino con Hayes. I russi, invece, non trovano più il bandolo della matassa e sbagliano anche tiri facili, sprofondando anche a -19. Prima dell’intervallo c’è tempo per un paio di buone difese ospiti, ma le percentuali al tiro non aiutano i ragazzi di Pascual: 44-27 al 20′. Nulla di nuovo nel terzo quarto rispetto al secondo, perché i catalani continuano a sbagliare poco o nulla, soprattutto con il rientrante Mirotic, che firma il ventello. Vicino a canestro anche Davis è immarcabile, e scava un solco che per lo Zenit diventa davvero insormontabile. Solo sul +27 il Barcellona rallenta, e i russi possono prendere fiato: 66-41 al 30′. L’ultimo periodo si gioca solo per onor di firma, perché entrambe le squadre hanno già la testa ai prossimi impegno. Sanli cerca di prendersi la scena, e ci riesce arrivando in doppia cifra e realizzando anche una tripla. La partita termina 84-58 con una schiacciata di Ponitka a fissare il punteggio finale.

Barcellona: Mirotic 20, Davies e Sanli 11

Zenit: Lloyd, Kulagin, Baron e Ponitka 8

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.