Bologna si sveglia solo nel finale, ma non basta per battere un’ottima Ravenna

Home Serie A2 Recap

Orasì Ravenna – Virtus Segafredo Bologna 76-69

(24-14; 20-11; 16-20; 16-24)

Quintetti

RA: Tambone, Marks, Sgorbati, Masciadri, Smith

BO: Pajola, Umeh, Bruttini, Rosselli, Lawson

 

La gara

Foto by A. IZZO
Foto by A. IZZO

Un incredibile avvio di partita per Kenny Lawson che realizza da solo i primi 10 punti per Bologna: i padroni di casa prendono il primo vantaggio con Alberto Chiumenti che risponde all’americano con 6 punti consecutivi e porta i suoi sul +7. Michael Umeh prova ad interrompere il parziale avversario, ma Stefano Masciadri segna 3 punti e Ravenna incrementa il vantaggio con un parziale di 7-0 grazie alla tripla di Andrea Raschi e un tap in di Taylor Smith che valgono il +17. Davide Bruttini realizza dall’arco il suo primo canestro in maglia Virtus, ma prima Raschi e poi ancora Smith segnano con facilità dall’area e costringono coach Ramagli al timeout. Ancora Masciadri da tre vale il +21 per i padroni di casa, ma Guido Rosselli prova a ridurre il gap con 4 punti consecutivi e le due squadre vanno sul risultato di 44-25 negli spogliatoi.

Lawson prova a dare la scossa ai suoi nell’avvio del terzo quarto con e apre per un parziale di 3-8 condito dalla tripla di Rosselli, ma Ravenna risponde immediatamente grazie alle ottime percentuali dall’arco e Marco Tambone segna due triple consecutive. Marco Spissu e i tiri liberi di Gabriele Spizzichini riportano sul -16 Bologna: anche Andrea Michelori prova a dare il suo contributo, ma ancora Tambone e Marks combinano 8 punti e questo vale nuovamente il +20 per i padroni di casa. Nei minuti finali la Virtus prova un’insperata rimonta con una parziale secco di 0-13 trascinati dagli 11 punti di Umeh: Spizzichini realizza il -4 grazie ad un canestro dall’arco, ma Chiumenti risponde da sotto a 50 secondi dal termine e Marks fa 4/4 ai liberi, regalando così la vittoria a Ravenna.

 

Svolta della partita

L’Orasì Ravenna è riuscita a prendere un largo vantaggio grazie al parziale di 18-4 a cavallo del primo e del secondo quarto, tenendo delle ottime percentuali dall’arco dei tre punti e costringendo gli avversari a pessime percentuali dal campo (28%) e soprattutto da tre (1/9).

Migliori in campo

RA: Taylor Smith, 14 punti e 12 rimbalzi, 7/8 dal campo e 29 di valutazione

BO: Kenny Lawson, 21 punti e 9 rimbalzi, 8/11 dal campo

Peggiori in campo

RA: –

BO: Davide Bruttini, 3 punti e 1 palla persa, con 0/4 dal campo, -1 di valutazione e -15 di plus/minus in 12 minuti.

 

TABELLINI

Ravenna: Smith 14, Sgorbati 3, Marks 12, Masciadri 8, Tambone 19, Chiumenti 8, Raschi 10, Crusca 0, Sabatini 2, Seck ne, Scaccabarozzi ne.

Rimbalzi: 33 (Smith 12)
Assist: 11 (Raschi, Tambone e Sabatini 3)
T2: 18/33;  T3: 9/18;  TL: 13/17

Bologna: Spissu 3, Umeh 14, Rosselli 7, Lawson 21, Michelori 8, Petrovic ne, Pajola 0, Spizzichini 9, Oxilia 2, Penna 2.

Rimbalzi: 37 (Lawson 9)
Assist: 9 (Rosselli 3)
T2: 17/37;  T3: 6/23;  TL: 17/20

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.