ben simmons

5(+1) ipotesi di trade per Ben Simmons

Home Rubriche Trade Machine

Ben Simmons è stato indicato, quasi all’unanimità, come il principale responsabile dell’eliminazione dei Philadelphia 76ers in Semifinale di Conference contro Atlanta. L’australiano, All Star nelle ultime 3 stagioni, non solo ha segnato 5 punti in Gara-7, ma non si è preso neanche un tiro nei quarti quarti delle ultime quattro partite della serie. È notizia di pochi giorni fa inoltre che una trade nella offseason non è da escludere. Sebbene non sia arrivata alcuna richiesta per il momento, il suo agente Rich Paul si è incontrato con i Sixers per parlare del futuro del giocatore. In estate Philadelphia si concentrerà sui possibili miglioramenti di Simmons, a partire dal tiro, la mancanza più evidente.

In questo articolo abbiamo provato ad ipotizzare 5 possibili scambi per ottenere Simmons, più uno bonus. L’australiano ha da poco rinnovato il contratto, che ora scade nel 2025. Nella prossima stagione Simmons guadagnerà 33 milioni di dollari, che diventeranno rispettivamente 33.4, 37.9 e 40.3 milioni di dollari nei successivi tre anni. Non si tratta dunque di un contratto facilmente scambiabile, anche se alla fine parliamo solo di un 24enne.

 

Oklahoma City Thunder

Sixers' Doc Rivers Raves About Ben Simmons' Return vs. Thunder - Sports  Illustrated Philadelphia 76ers News, Analysis and More

OKC riceve: Ben Simmons

PHI riceve: Kemba Walker, Ty Jerome, scelta del primo turno 2023 (da Denver)

I Thunder hanno appena ottenuto Kemba Walker da Boston, ma non è detto che il giocatore inizierà la stagione a OKC. Philadelphia rappresenterebbe una buona soluzione, andrebbe a sostituire Simmons garantendo maggior gioco perimetrale in una squadra che punta proprio a quello con l’arrivo di Daryl Morey. Ben Simmons al momento ha un valore superiore a quello di Walker, reduce da due anni difficili a Boston, per questo motivo i Thunder potrebbero includere una scelta futura, non particolarmente alta, delle tante che hanno.

 

Sacramento Kings

SAC riceve: Ben Simmons, George Hill

PHI riceve: Buddy Hield, Marvin Bagley III

I Sacramento Kings non vedono la luce fuori dal tunnel, sono la squadra con la più lunga assenza ai Playoff e devono cercare la svolta. Ben Simmons sarebbe un punto di partenza e consentirebbe ai Kings di liberarsi di qualche peso. Ad esempio Buddy Hield, che oltre ad un pessimo rapporto con coach Walton ha ancora 3 anni di contratto a 25 milioni di dollari e andrebbe ad aggiungere un valido tiratore ai Sixers, squadra alla quale tra l’altro è stato accostato in passato. In più Philadelphia riceverebbe Marvin Bagley III. La seconda chiamata assoluta del Draft 2018 è ancora un oggetto misterioso e non sembra poter sfondare ai Kings. Un cambio di aria e la vicinanza a Joel Embiid, uno dei migliori in NBA nel suo ruolo, potrebbero aiutarlo.

 

Portland Trail Blazers

POR riceve: Ben Simmons, George Hill, scelta del primo turno Draft 2023 (protetta in Top 8)

PHI riceve: CJ McCollum

Portland deve cambiare qualcosa per convincere Damian Lillard a restare e il maggiore indiziato a partire è CJ McCollum. Lui stesso ha detto di accettare di buon grado i rumors ed è l’unico giocatore dei Blazers dal quale si può ricavare qualcosa (a parte appunto Lillard). Simmons sarebbe un ottimo inizio, consentirebbe a Lillard di giocare più lontano dalla palla, un po’ come fa Draymond Green con Curry a Golden State, con le dovute proporzioni. L’attuale stella dei Sixers poi andrebbe a rinforzare la difesa di Portland, apparsa come uno dei punti deboli della squadra negli ultimi Playoff. Per convincere i Blazers a privarsi di McCollum, che ora probabilmente ha un valore superiore a quello di Simmons, abbiamo incluso una scelta futura protetta.

 

Houston Rockets

HOU riceve: Ben Simmons, George Hill

PHI riceve: John Wall, scelta del primo turno Draft 2023 (da Milwaukee)

Houston è una squadra in ricostruzione, sceglierà alla 2 al prossimo Draft ma ha il “problema” John Wall. Arrivato un anno fa per fare da spalla a James Harden, dopo poche settimane il prodotto di Kentucky si è ritrovato da solo, mostrando comunque una buona condizione fisica arrivando da 2 anni di stop per infortunio. Wall ha però un contratto in scadenza nel 2023 che lo pagherà oltre 90 milioni di dollari complessivi nelle prossime due stagioni. Il giocatore non offre inoltre grandi prospettive, visto che ha passato da tempo il proprio prime. Potrebbe essere però utile a Philadelphia, dove sostituirebbe Simmons in cabina di regia, sebbene con ben altra fisicità. I Rockets dal canto loro otterrebbero un giocatore che ha ancora 24 anni, con tutti i suoi limiti, e potrebbero iniziare a costruire intorno a lui. Philadelphia e Houston avevano trattato per Ben Simmons in occasione della cessione di Harden, finito poi a Brooklyn.

 

San Antonio Spurs

Ben Simmons, Sixers Crush Spurs In 1st Game Without Injured Joel Embiid –  CBS Philly

SAS riceve: Ben Simmons, George Hill

PHI riceve: DeMar DeRozan, Jakob Poeltl, scelta del primo turno 2024 (protetta in Lottery)

DeRozan potrebbe essere un ottimo scorer da affiancare a Joel Embiid. Il giocatore è in scadenza con gli Spurs e quindi rientrerebbe in questo scambio solo tramite sign&trade, insieme al compagno Jakob Poeltl che farebbe da riserva al camerunese (Howard è in scadenza). Ovviamente il valore di Ben Simmons resterebbe superiore a quello di questi due, quindi San Antonio dovrebbe inserire una scelta futura, probabilmente protetta il più possibile visto che gli Spurs, anche con l’australiano, non danno garanzie di successo immediate. I texani riceverebbero anche George Hill, sicuramente un gradito ritorno per Popovich che lo vide partire per arrivare a Kawhi Leonard parecchi anni fa. Hill ha ancora un anno di contratto, quindi se non altro non peserebbe troppo sulle casse della franchigia e libererebbe 9 milioni di dollari nell’estate 2022. Simmons invece nelle mani di Pop potrebbe forse fare quello step decisivo che ancora gli è mancato a Philadelphia.

 

BONUS: Toronto Raptors

TOR riceve: Ben Simmons

PHI riceve: Kyle Lowry, Rodney Hood, scelta del primo turno 2022 (protetta in Top 8), scelta del secondo turno 2021 (#46)

Si riprende da dove si aveva lasciato. Solo pochi mesi fa la trattativa tra Toronto e Philadelphia per Kyle Lowry era saltata e il giocatore era rimasto in Canada. Ora è in scadenza, quindi per non perderlo a zero i Raptors potrebbero fare una sign&trade e darlo ai Sixers proprio in cambio di Simmons, di cui devono liberarsi. Molto dipenderà ovviamente dalle cifre del futuro contratto di Lowry, ma per far funzionare lo scambio andrebbero incluse anche delle scelte future da parte di Toronto. Il veterano andrebbe a sostituire Simmons in quintetto, tornando finalmente nella sua città natale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.